Latest News
Latest News
Marco Gibillini
L’assessore al bilancio Marco Gibillini non ci sta alla presa di posizione della consigliera comunale Monica Gibillini che paventava il rischio che la Tari pagata dai bareggesi tramite la società di riscossione Duomo Gpa potesse essere persa essendo quest’ultima esclusa dal Ministero delle Finanze dall’albo dei riscossori. E replica con questa nota che pubblico in cui nega che l’ammontare della Tari possa sparire. 
E ciò dovrebbe bastare al populismo e alla propaganda, ma, per rispetto ai cittadini che loro malgrado hanno letto l’ammasso di fandonie di Monica Gibillini, riteniamo giusto dare loro i chiarimenti del caso. É vero che la società Duomo Gpa aveva dei contratti col Comune di Bareggio ed è altrettanto vero che la stessa ha debiti con diversi enti tra cui il nostro Comune. In particolare la società in questione aveva l’incarico per la riscossione della Tari corrente e per i controlli sugli anni pregressi con mandato a riscuotere coattivamente l’evasione, sia essa voluta che fatta in buona fede.

É su questi ultimi importi che Bareggio vanta un parziale credito, non di certo, ribadiamo, sul corrente. Credito parziale, dicevamo, e spiace che Monica Gibillini lasci intendere qualcosa di diverso.

A prescindere da quando rientreremo in possesso delle somme riscosse da Duomo GPA, “Pagare tutti per pagare meno” è lo slogan che resta validissimo perché gli evasori a vario titolo individuati con la verifica dei dati sulla Tia/Tares, allargano la platea di chi va a pagare oggi e in futuro, con beneficio per tutti i cittadini in chiave di riduzione della tassa stessa. Anche qui assistiamo a un goffo tentativo di offuscare i buoni risultati ottenuti dall’amministrazione sulla Tari
Per l’altra preoccupazione sulle attività correnti che attanaglia il capogruppo Gibillini, possiamo serenamente tranquillizzarla: il disservizio ai cittadini dovuto alla chiusura momentanea dello sportello Tari, è stato ridotto al minimo in tempi record e possiamo confermare che riprenderà dalla seconda settimana del mese di ottobre.
In merito all’atteggiamento di “eccessiva clemenza”: è del 14.09.2017 la delibera del Ministero dell’Economia e delle Finanze che provvede alla definitiva rimozione di Duomo GPA dall’albo dei riscossori. E’ del 19.09.2017 l’atto del settore finanziario del Comune di Bareggio che chiude tutti i contratti in essere con la società Duomo GPA per inadempienza contrattuale e cancellazione dall’albo dei concessionari abilitati alla riscossione dei tributi comunali, 3 giorni lavorativi dopo!
Le problematiche di Duomo Gpa sono state valutate in giunta già da ottobre 2016 quando il Comune di Bareggio vantava crediti comprensivi di interessi e sanzioni per 107.024.66 euro, il picco più alto raggiunto e che non è l’attuale.
Se in quella fase avessimo troncato i rapporti con Duomo GPA per certo non saremmo rientrati di alcuna cifra, continuando il rapporto invece abbiamo compensato i crediti con le fatture emesse dal Comune per i servizi svolti e definiti dai contratti.
Continuando il rapporto con Duomo GPA ad ottobre 2016, il Comune è rientrato in possesso di somme per 35.000 Euro, a cui si sommano i 20.000 euro del giugno 2016. Come se questo non bastasse abbiamo ottenuto una polizza fideiussoria, scaduta poi nel febbraio 2017, che possiamo escutere in qualsiasi momento per 107.000 euro, anche se ovviamente non riguarderà l’intera cifra. Infine per evitare possibili ulteriori “ammanchi” da ottobre 2016 ci siamo attivati per far accreditare le nuove somme da riscuotere direttamente sui conti del Comune di Bareggio e non più sui conti correnti di Duomo GPA. Segnalo inoltre, come dettagliato sul sito del Comune, per chi ha delle somme ancora da versare sui conti di Duomo GPA (ovvero chi ha rateizzato), deve utilizzare i nuovi numeri di conto corrente intestati al comune di Bareggio.

L’ex sindaco Monica Gibillini non riesce ad entrare nell’ottica che in alcune circostanze bisogna collaborare e mediare, per raggiungere il miglior risultato possibile, da questo punto di vista non le è servita a nulla la passata esperienza da primo cittadino.

Lascia un commento