Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Nell’ultimo consiglio comunale  è stata approvata all’unanimità la mozione di adesione al Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo. La mozione, proposta dal Movimento 5 Stelle, solo dopo quasi 3 mesi e mezzo da quando l’ha presentata e 3 rinvii, è stato possibile discuterla. Aderendo al Manifesto dei Sindaci, tra le altre cose si propone: di chiedere una nuova legge nazionale, fondata sulla riduzione dell’offerta ed il contenimento dell’accesso, con un’adeguata informazione ed un’attività di prevenzione e cura; di consentire il potere di ordinanza dei sindaci per definire orari di apertura e chiusura delle sale da gioco e le distanze dai “luoghi sensibili”;

di prevedere il PARERE PREVENTIVO E VINCOLANTEdei Comuni per l’istallazione dei giochi d’azzardo; di diffondere formazione e cultura su questo problema per conoscerne e comprenderne la portata e le conseguenze, riscoprendo i valori fondanti della nostra società basati sul lavoro e sulla famiglia. 

Inoltre con la mozione è stata proposta la costituzione di un gruppo locale di lavoro, per individuare modalità ed iniziative per arginare questo fenomeno.

“Siamo contenti -spiega il M5S– che l’iniziativa abbia riscontrato la piena adesione di tutte le forze politiche, convergendo tutte quante sui contenuti del nostro atto. Il risultato non era scontato, considerato che a livello nazionale le lobby del gioco hanno avuto un condono miliardario proprio dal governo targato PD, ma a livello locale ha prevalso il buon senso”. Non solo. “Ora è importante -aggiunge il M5S– proseguire nel lavoro di sensibilizzazione dei cittadini su un tema che ha risvolti spaventosi dal punto di vista sociale, ma soprattutto è necessario in campo tutte le azioni utili alla limitazione della diffusione delle macchine da gioco d’azzardo legalizzate. La prima cosa che i cittadini possono fare è quella di firmare la proposta di legge per regolamentare e ridurre il gioco d’azzardo legalizzato. È possibile sottoscrivere la proposta in Comune o presso il Comitato Baregesse ‘Mettiamoci in gioco’, che organizzerà dei momenti di incontro con i cittadini”.

Lascia un commento