Latest News
Latest News

“Vogliamo dedicare la piazzetta al termine di via De Gasperi a un sacerdote che davvero ha dato tanto alla comunità vittuonese? Perfetto, dedichiamola allora a don Enzo”. Anche la minoranza, ovvero il gruppo consiliare Insieme per la Libertà, vuole dedicare una piazza a un religioso. E così alla proposta della maggioranza di intestare un luogo pubblico a don Gallo contrappone quella di destinare una piazza a don Enzo, che per anni ha retto le sorti della comunità parrocchiale. “Nessuno potrà obiettare al fatto -afferma Alessandra Lucchesi– che don Enzo Caletti sia stato un simbolo religioso per Vittuone e abbia anche fatto tanto per la comunità. Addirittura don Antonio, l’attuale guida della chiesa vittuonese, ha voluto con tutte le forze riportare la salma di don Enzo all’interno della comunità in cui ha vissuto e operato”. 
Non è tutto. “E come dimenticare -aggiunge Enzo Tenti– il fondamentale ruolo che don Enzo ha avuto per i ragazzi e l’educazione dei bimbi, garantendo la libertà di scelta alle famiglia che avviavano il proprio figlio al percorso dell’asilo?”.  Non solo “Già a una prima indagine -prosegue Tenti– su Internet il nome di don Enzorisulta più significativo e amato di quello inizialmente proposto dall’amministrazione”. Abbastanza per andare avanti nel progetto. “Raccoglieremo le firme -puntualizza Lucchesi-, porteremo all’attenzione del sindaco ciò che davvero i vittuonesi vogliono… chissà se ci ascolterà, se ascolterà la voce del paese che governa”. Intanto per chi volesse è già attivo l’indirizzo email per aderire alla petizione “dedichiamo la piazzetta a don Enzo”: lapiazzettaxdonenzo@libero.it. Oppure si può aderire anche tramite il link che è disponibile all’indirizzo http://www.insiemeperlaliberta.com/dedichiamo-la-piazzetta-a-don-enzo/.

Lascia un commento