Latest News
Latest News
Il Comune è stato sciolto, ma non basta alla Carovana antimafia e agli oppositori dell’ex amministrazione Celeste. E così hanno confermato la rumorosa manifestazione per ribadire “in maniera unitaria e trasversale il no alla ‘drangheta”. Il ritrovo è per domani pomeriggio, sabato 19, alle 15, in piazza del Seminatore, per dar vita al corteo che si snoderà per le vie del paese con pentole e mestoli. Intanto la gestione provvisoria del Comune è stata affidata dal prefetto ad Adriana sabato, viceprefetto, già commissario straordinario nei Comuni di Seveso e Cesano Maderno, a Stefano Simeone, viceprefetto aggiunto, capo di gabinetto della prefettura di Lecco e a Nunzio Rosario Guercio, funzionario eco­nomico finanziario.

I commissari hanno già incontrato i dirigenti per organizzare l’attività amministrativa. Tuttavia in paese la gente è incredula, sorpresa, stupita che sia stato  sciolto il consiglio comunale per infiltrazioni mafiose. 

Ma tant’è. L’ormai ex sindaco Alfredo Celeste invece rigetta le accuse e afferma che a Sedriano la mafia non ha mai messo radici.
 

Lascia un commento