Latest News
Latest News
“Un gruppo di estremisti rabbiosi che si scatena con iniziative deplorevoli volte solo a gettare discredito e gratuite palate di melma sulla comunità”.
 Il sindaco Alfredo Celeste non ci sta che intemperanti facciano di tutto per  utilizzare le istituzioni, come la Prefettura, per dare credito alle loro ossessioni. 
“A questi intolleranti -afferma Celeste– non gli va giù che l’amministrazione comunale vada avanti, che non abbia perso il consenso e che la gente è solidale con me e quindi tenti in tutti i modi di rappresentare una realtà che non c’è e non è mai esistita. I sedrianesi sanno bene che non esiste alcuna infiltrazione malavitosa nell’attività amministrativa e chi cerca di accreditare questa assurda versione è solo un calunniatore, visto che tutti gli atti escludono la circostanza”. 

Tuttavia, nonostante l’evidente insussistenza delle accuse, esponenti della Carovana antimafia e di gruppi collaterali si ostinano a fare pressioni sul prefetto o su altri organismi per accreditare le infiltrazioni malavitose.
 “La Prefettura -continua il sindaco– agisce e risponde su basi istituzionali e non certo secondo le desiderate degli estremisti a cui interessa solo schizzare fango e nient’altro. L’amministrazione comunale non è condizionata dagli eccessi di questi sconsiderati tant’è che si appresta ad approvare il piano di governo del territorio e a pubblicare il bando per la gestione dell’area feste, che presto sarà pienamente utilizzabile”.

Lascia un commento