Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
I carabinieri della compagnia di Rho, da tempo impegnati su più fronti investigativi per combattere lo spaccio di stupefacenti, hanno tratto in arresto, al termine di mirati servizi di osservazione e lunghi pedinamenti, un grosso spacciatore della zona.
A.C., 47enne nativo della provincia di Napoli, residente a Milano nel quartiere San Siro, aveva sviluppato un grosso volume d’affari nel suo comune di residenza, individuando come luogo ideale di spaccio di cocaina la vicina via Novara, che raggiungeva in pochi minuti da casa, in scooter o in bicicletta.
Aveva allargato negli ultimi tempi il suo giro d’affari anche nel Rhodense e nei comuni limitrofi. Proprio a seguito di una consegna effettuata in “trasferta” veniva intercettato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Rho, che da quel giorno si mettevano sulle sue tracce seguendone tutti gli spostamenti e apprendendo così il suo modus operandi.
Individuati gli abituali luoghi e orari delle consegne, si predisponeva un mirato servizio che ha portato finalmente all’arresto di A.C., il quale era praticamente sconosciuto agli uffici di polizia in quanto mai colto in flagranza di spaccio prima d’ora. È stato possibile fermarlo solo in nottata, quando rientrava a casa in scooter, al termine di una lunga giornata durante la quale i militari ne hanno seguito gli spostamenti ed effettuato pazientemente lunghi appostamenti.
L’operazione proseguiva con una perquisizione a casa del 47enne, dove questi vive da solo.
L’intuizione ed il lavoro dei militari ha avuto così riscontro: A.C. occultava in casa, oltre a materiale per la pesatura ed il confezionamento dello stupefacente, circa 30 grammi di cocaina, suddivisa in varie dosi già pronte per la successiva consegna ed aveva con sé più di 300 euor in contanti, proventi di una singola giornata di spaccio. La sua fiorente attività illecita gli consentiva infatti di non lavorare da ormai più di due anni.
A conferma della propria marcata astuzia criminale, A.C., arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, non annoverava nel suo “curriculum” personale alcun precedente penale per fatti analoghi e sino ad oggi era sempre riuscito a farla franca.
 

 

Lascia un commento