Latest News
Latest News

La Coldiretti ha scritto al sindaco per esprimere soddisfazione per la delibera a difesa del “made in Italy” agroalimentare. Un grazie all’amministrazione comunale che, adottando il provvedimento, ha dimostrato di avere a cuore la salute dei cittadini e la tutela del territorio. 
“I nostri ringraziamenti -si legge nella lettera del Coldiretti- per l’impegno   a tutelare i nostri agricoltori che offrono alimenti di prima mano, controllati e certificati, ma che sempre più spesso insidiati da prodotti esteri che nel nome ricordano quelli italiani, ma non garantiscono la stessa qualità”. 
Il “made in Italy” è in effetti il marchio che garantisce il consumatore in quanto lo mette nelle condizioni di scegliere in maniera consapevole quello che mangia.
 “Abbiamo adottato la delibera -afferma l’assessore Danilo Patanè-, perché consapevoli che il ‘made in Italy’ è una risorsa importante e va tutelato, poiché le dilaganti contraffazioni hanno raggiunto l’impressionante cifra di 60 miliardi di euro. Pomodori, formaggi e prosciutti Dop e salumi di qualità sono i più esposti a falsi nella produzione estera. Il sistema fraudolento erode fette di mercato e riduce le opportunità di sviluppo per le aziende italiane”.  La Coldiretti si sta intanto adoperando con l’aiuto dei Comuni a costruire la filiera agricola italiana per dar vita a un  nuovo sistema di passaggio dal campo alla tavola e salvaguardare consumatori e produttori.

Lascia un commento