Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

In primis c’era l’amministrazione Cipriani accusata dagli attuali amministratori, allora all’opposizione, di aver massacrato la viabilità, oggi che sono alla guida del municipio l’amministrazione Re le criticità restano. Infatti la via Pessina è sempre causa di notevoli disagi per presunti lavori malfatti. E nell’ultimo consiglio comunale sulla scia della della ratifica della variazione di bilancio per finanziare progettazione e direzione lavori si è riaperta la diatriba. Il pomo della discordia i materiali impiegati e la posa delle mattonelle che si sono smollate e producono rumori e fastidi al passaggio delle auto. Il sindaco Marco Re ha sottolineato l’esigenza di regolare il deflusso del traffico per ridurre la velocità e gli effetti dello sfrecciare delle auto e in ogni caso le attuali mattonelle non sono idonee per una strada in cui le macchine corrono e transitano numerose. Da qui la nomina di un collaudatore per valutare se i lavori sono stati eseguiti a regola d’arte ed eventualmente ricorrere all’asfaltatura com’era all’origine per risolvere il problema. Ma il consigliere Alfredo Celeste ha posto l’accento sulla responsabilità politica e amministrativa dell’intervento e dell’esigenza di individuare chi ha sbagliato, non per gettargli la croce, ma per spirito di giustizia. Sì, perché, a suo giudizio, quando sbaglia un politico si solleva un finimondo quando è il tecnico a toppare cala il silenzio. Il sindaco Re ha spiegato che il ricorso a un collaudatore esterno, pur non dovuto per l’entità dei lavori, va nella direzione di individuare appunto le responsabilità.

Lascia un commento