Latest News
Latest News

L’impianto di depurazione per funzionare richiede parecchia energia e i costi non sono certo irrilevanti. Cap Holding, che ha in carico la gestione dell’impianto di depurazione del canale scolmatore che è ubicato nell’area a ridosso del cimitero, proprio per ovviare all’eccessivo costo del consumo di energia ha deciso di installare un sistema fotovoltaico. Un’operazione che ha il pregio di garantire risparmio energetico grazie al ricorso della fonte energetica rinnovabile, nessun inquinamento acustico, risparmio di combustibile fossile, produzione di energia elettrica senza emissioni di sostanze inquinanti. L’ubicazione dell’impianto fotovoltaico essendo interclusa tra i campi che si dispiegano da nord e ovest del canale scolmatore, mentre a est si trova la zona industriale. La scelta progettuale prevede un impianto realizzato in parte a terra su strutture mobili e in parte sulla copertura degli edifici esistenti. Il tutto all’interno della proprietà del depuratore. La scelta prevede per l’impianto a terra: posa in opera di strutture mobili per l’ubicazione del fotovoltaico; posa in opera di corrugati per collegamento impianto; realizzazione di quadri elettrici con inverter. Per l’impianto in copertura: posa in opera di strutture in alluminio per posa pannelli fotovoltaici; posa in opera di corrugati per collegamento impianto; realizzazione di quadri elettrici con inverter. Le strutture da realizzarsi a terra sono di tipo prefabbricato, con la possibilità di semplice movimentazione sia in fase di realizzazione, che postuma alla naturale dismissione dell’impianto. Le fasi di realizzazione dell’impianto saranno sfalsate temporalmente, ovvero con la prima realizzazione dell’impianto in copertura e parzialmente a terra, per poi completare l’impianto fotovoltaico al completamento della vasca di prima pioggia.

Related Post

Lascia un commento