Latest News
Latest News

I Comuni dell’hinterland, a guida centrosinistra, si sono trovati spiazzati dall’introduzione a Milano dell’Area B forse non tanto per il severo provvedimento in sé, ma per essere stato preso da un sindaco che gravita nella loro medesima area politica. E solo qualcuno si è mosso non per chiedere la revoca della misura, ma per dialogare e trovare semmai una modalità per rendere meno complicato l’accesso ai pendolari nella città ambrosiana. Intanto a Vittuone la maggioranza non potendo chiudere gli occhi sulla grave criticità ha presentato e approvato una mozione per chiedere al sindaco Sala di incrementare i mezzi pubblici, previo un un confronto con la Regione, riconoscere incentivi a chi acquista un’auto nuova a minor impatto ambientale, avviare un tavolo  con i Comuni metropolitani per individuare gli accessi più difficili al trasporto pubblico. Ma anche l’accesso libero in Area B a coloro che sono diretti ai parcheggi posti subito dopo i punti d’ingresso, nonché il potenziamento del massimale di chilometri di percorrenza. Misure che avrebbero il pregio di alleggerire i disagi che oggi i cittadini vivono. Non solo. Ha chiesto anche a Trenord di aprirsi al confronto per migliorare il servizio e revocare gli aumenti introdotti a partire dallo scorso 1° settembre. Cero che se dovessero essere accolte sarebbe per i pendolare un altro vivere.

Related Post

Lascia un commento