Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

Il nuovo gruppo politico “Bareggio bene comune” non ha fatto in tempo a venire alla luce che già lancia siluri contro l’amministrazione comunale per la gestione della asfaltatura delle strade e soprattutto per come è maturato l’abbandono (poi rientrato) del cantiere da parte dell’impresa. E in questa nota che ricevo e pubblico non le manda a dire ai vertici del municipio. La scorsa settimana la sindaca Linda Colombo ha fatto sapere che in questi giorni l’impresa incaricata dell’asfaltatura di diverse strade cittadine, avrebbe ripreso i lavori interrotti di sua iniziativa, perché disturbata in continuo da alcuni non precisati personaggi. Molti avevano notato l’assenza dell’impresa e il fermo dei lavori. Tante persone appreso quanto comunicato dalla sindaca come noi si sono poste le logiche domande che qui riportiamo:

  1. I lavori sono stati veramente interrotti per iniziativa dell’impresa?
  2. Chi sarebbero questi disturbatori, quali azioni di disturbo hanno esercitato, l’impresa ha inoltrato le dovute segnalazioni? (se qualcuno ha disturbato l’impresa violando la legge deve essere sanzionato);
  3. Il direttore lavori, il responsabile per l’esecuzione in sicurezza dei lavori, il responsabile dei lavori per conto dell’amministrazione comunale, la polizia locale, la stazione dei carabinieri hanno ricevuto segnalazioni da parte dell’impresa? (un’impresa seria se subisce gravi azioni di disturbo agisce immediatamente e legittimamente per mezzo di vie istituzionali, se nulla ha fatto tutto ciò odora di favola);
  4. Esiste un verbale redatto dal direttore lavori che legittima l’interruzione dei lavori? (diversamente si tratterebbe di abbandono ingiustificato dei lavori e l’impresa dovrebbe essere sanzionata);
  5. Il direttore lavori, il responsabile per l’esecuzione in sicurezza dei lavori, il responsabile dei lavori per conto dell’amministrazione comunale, hanno vigilato sul normale svolgimento dei lavori? Il giornale dei lavori riporta annotazioni riguardanti questi disturbi? (il giornale dei lavori deve essere tenuto correttamente e aggiornato giornalmente, se qualcuno non ha vigilato e controllato i lavori allora deve essere sanzionato).

Il comunicato della sindaca Linda Colombo riferisce di una mediazione intervenuta da parte dell’ufficio tecnico comunale e dell’assessore incaricato. A norma di legge i lavori si interrompono esclusivamente per gravi evidenti motivi. L’abbandono arbitrario del cantiere da parte dell’impresa deve essere sanzionato. L’amministrazione comunale, ufficio preposto e assessore incaricato, avrebbero dovuto emanare un ordine di immediata ripresa dei lavori, non piegarsi a una assurda infondata mediazione. La sindaca nel comunicato riferisce anche del ricorso costante alle forze dell’ordine sulle aree di cantiere per allontanare i disturbatori. Noi crediamo che la Sindaca farebbe bene a impiegare le forze dell’ordine per controllare che i lavori siano eseguiti correttamente e in sicurezza. Ad esempio sarebbe il caso che la sindaca Linda Colombo anziché preoccuparsi di questi pacifici disturbatori, faccia eseguire immediatamente la segnaletica stradale orizzontale su viale Morandi cancellata dall’asfaltatura. È gravemente pericoloso l’attraversamento di questa via in assenza di strisce pedonali. La polizia locale avrebbe dovuto intervenire di sua iniziativa da tempo considerato che ormai la via è in queste condizioni da tre settimane. Siamo tutti felici se i lavori riprendono immediatamente. Pretendiamo però che questi siano eseguiti correttamente e in sicurezza. Paghiamo imposte e tasse e pretendiamo che le risorse accumulate nelle casse comunali siano impiegate nel rispetto delle regole sancite per legge. Come gran parte della cittadinanza crediamo che la conduzione di questi lavori sia vergognosa.

 

Lascia un commento