Latest News
Latest News

Una cittadina come Bareggio che ha avuto l’onore e il privilegio di annoverare il concittadino, Giuseppe Parazzini, presidente nazionale degli Alpini, non poteva non dare l’esempio. Infatti il  sindaco Linda Colombo ha firmato la petizione online dell’Associazione Nazionale Alpini per chiedere la reintroduzione di un servizio obbligatorio alla Patria per i giovani. “Ho aderito con convinzione -afferma il primo cittadino di Bareggio- poiché condivido pienamente i principi che stanno alla base della richiesta. Ritengo che la reintroduzione di un servizio obbligatorio abbia un’importante valenza pedagogica e formativa per le giovani generazioni e, di conseguenza, per il futuro dell’Italia. Oggi, purtroppo, valori come l’educazione, il rispetto delle regole, il senso civico e l’amore per la patria si stanno perdendo e questo si nota sia su scala nazionale sia in una piccola realtà come quella di Bareggio. Lo dico come rappresentante delle istituzioni: è necessario tornare a trasmettere ai nostri ragazzi questi valori che stanno alla base della convivenza civile e, di conseguenza, della crescita di un Paese”. “Da sempre gli Alpini -aggiunge Alessio Sottocornola, consigliere comunale di maggioranza e componente del direttivo del Gruppo Alpini di Bareggio- sono favorevoli alla reintroduzione del servizio obbligatorio come elemento formativo per i giovani. Ricordo in particolare la battaglia intrapresa dal nostro illustre concittadino Beppe Parazzini, ex presidente nazionale dell’ANA: quando fu promulgata la legge di riforma del servizio militare che prevedeva la sospensione della leva, Parazzini andò di persona al Quirinale per consegnare una memoria scritta al Presidente della Repubblica Ciampi e al ministro della Difesa Sergio Mattarella. Come Alpini di Bareggio porteremo avanti questa battaglia fondamentale per il futuro della nostra patria”.

Related Post

Lascia un commento