Latest News
Latest News

Giuseppe Sisti
La maggioranza non ci sta alle esternazioni a ruota libera dei vecchi personaggi della politica cittadina  sulla piscina. E con Giuseppe Sisti prova a smontare le loro argomentazioni. Salutiamo la nascita di un nuovo partito politico (dopo Bareggio 2013 ecco Bareggio 2030, speriamo non facciano confusione con tutti questi numeri…) -dichiara Giuseppe Sisti, capogruppo della Lega-, formato dai dinosauri della politica bareggese che ancora una volta provano a riciclarsi per tentare di restare in auge a dispetto del tempo che passa e delle sonore bocciature ricevute dagli elettori. Gli stessi dinosauri, aperta e chiusa parentesi, che quando erano al governo del paese hanno permesso la cementificazione del Bareggino (tutta l’area circostante a quella ora individuata per la piscina) senza battere ciglio e che ora si stracciano le vesti millantando tagli di piante senza neppure avere visto il progetto della piscina. 

Annunciato in pompa magna come un evento che avrebbe dovuto assomigliare a una sommossa popolare, da ciò che mi risulta al loro incontro di venerdì non sono arrivati a cento presenti pur avendo chiamato a raccolta truppe cammellate di sinistra alcune delle quali neppure di Bareggio. Tuttavia, non possiamo esimerci da qualche commento. La proposta emersa è quella di realizzare la piscina in via Falcone in una zona che, è lì da vedere, non si presta per nulla, per conformazione e volume di traffico e di inquinamento, a ospitare quello che nelle nostre intenzioni vuole essere un impianto sportivo immerso nel verde e nella tranquillità. Sono certo che se avessimo proposto di realizzare la piscina in via Falcone, ne avrebbero tirate fuori comunque di tutti i colori: il traffico, l’inquinamento, la quiete pubblica, la fame nel mondo, il buco dell’ozono, lo spirito santo… perché la verità è che alla minoranza, o almeno a una parte di essa, brucia che dopo trent’anni di chiacchiere e di false promesse da parte di tutte le amministrazioni comunali che si sono susseguite, un sindaco si stia finalmente adoperando in concreto per realizzare la piscina. A loro non interessa nulla del bene comune, ma solo demonizzare chi governa e impedire che venga realizzata un’opera che i bareggesi vogliono e chiedono da tantissimo tempo (altrimenti perché anche loro l’hanno sempre inserita nei loro programmi elettorali?). Vadano pure avanti per la loro strada, giudicheranno poi (come d’altronde hanno già fatto) gli elettori: ci spiace solo per quei cittadini che legittimamente hanno espresso dubbi e osservazioni e che sono stati subito strumentalizzati per bassi fini politici. Comunque coloro che giustamente vogliono capire e comprendere senza alcun fine strumentale stiano tranquilli: a tempo debito, quando si avranno documenti alla mano, verranno come sempre informati su tutto. 

Lascia un commento