Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

Lo stato della viabilità cittadina nel cosiddetto quadrilatero e anche in altri punti non è il non plus ultra. Infatti presenta criticità sia sotto il profilo della fruibilità che della sicurezza. Le problematicità, secondo l’amministrazione comunale, sono ascrivibili principalmente alla compresenza di flussi di traffico veicolare, pedonale e ciclabile in spazi non sempre congrui dal punto di vista dimensionale e/o non adeguatamente attrezzati (per esempio mancanza di marciapiedi e di protezioni per pedoni e ciclisti, mancanza di attraversamenti pedonali atti a garantire la continuità dei percorsi etc). Da qui la decisione in municipio di impegnare 170.000 euro per rimediare alle criticità. Si tratta di potenziare la rete ciclabile, di aumentare il livello di sicurezza per ciclisti e pedoni e di dare continuità al tracciato esistente realizzando percorsi sostenibili sotto molteplici profili. Ovvero  sicurezza e accessibilità per ogni tipo di utenza; coesistenza con la viabilità veicolare pubblica e privata; costi di realizzazione, gestione e manutenzione.
Ma non tutti sono d’accordo sul progetto. Forza Italia ha già manifestato dissenso e critiche sull’operazione. Tuttavia gli interventi da eseguire nei diversi tratti sono i seguenti:

VIA FAGNANI- VIA MAGENTA: realizzazione di marciapiedi a raso in porfido protetti da paletti dissuasori con senso unico alternato del traffico all’intersezione di via Fagnani con via L. da Vinci – De Amicis; realizzazione tratto di marciapiedi di raccordo tra le vie Magenta e Garibaldi, in continuità con la quota del marciapiedi esistente; formazione di un’isola salvagente in porfido per l’attraversamento pedonale in via Magenta.
VIA DE AMICIS: realizzazione di pista ciclopedonale a raso, separata dal flusso veicolare tramite doppia fila di cubetti in porfido (sempre a raso) e dissuasori di protezione (paletti metallici) semplici o con luce incorporata, abbattimento delle barriere architettoniche attraverso la creazione di raccordi tra le differenti quote dei percorsi pedonali e di rampe di accesso al portico del corpo di fabbrica in angolo via Gramsci; formazione di tratti di percorsi a raso (in prossimità di via Mazzini, di fronte all’ufficio postale e nel tratto verso via Fagnani) e attraversamenti pedonali funzionali all’individuazione di un tracciato fruibile in sicurezza dai pedoni e privo di barriere architettoniche. L’intento è dare continuità alla pavimentazione in pietra di luserna nella zona antistante l’area parcheggio delle Poste, provvedendo anche a recuperare nuovi posti auto attraverso modifiche di tratti di aiuola e una nuova viabilità interna parcheggio, con ingresso da via Volta.
VIA VOLTA: riapertura della via con accesso da via De Amicis, regolarizzazione e riqualificazione marciapiedi esistenti e tratti di ingresso al parcheggio.
VIA GRAMSCI: ampliamento del marciapiede in angolo con via De Amicis e lato via Mazzini, abbattimento delle barriere architettoniche e demolizione aiuola per realizzazione rampa in cemento armato per accesso al portico.
VIA MAZZINI: realizzazione di pista ciclopedonale a raso, separata dal flusso veicolare tramite dissuasori (paletti), abbattimento barriere architettoniche, ampliamento e riqualificazione del marciapiede pedonale tra le vie Verdi – Pessina.
L’intervento mira a mettere in sicurezza i percorsi ciclabili e pedonali in un tratto in cui i diversi flussi di traffico (veicolare, pedonale e ciclabile) risultano molto intensi e in conflitto negli orari ingresso/uscita dall’edificio scolastico.
VIA PESSINA: realizzazione di percorso ciclabile rialzato con ampliamento del marciapiede esistente (lato sinistro rispetto al senso di marcia dei veicoli), abbattimento delle barriere architettoniche, posa paletti di protezione. Per mitigare il dislivello tra il marciapiedi esistente e la strada si intende ricavare un raccordo finito in ciottolato in cui sono alloggiati i paletti di protezione. Sul lato opposto della strada (lato destro rispetto al senso di marcia dei veicoli) si prevede l’ampliamento del marciapiede al fine di realizzare un percorso pedonale pavimentato in porfido agevole e sicuro.
VIA SAN MASSIMO: riqualificazione della via con realizzazione di senso unico direzione Milano-Magenta con obbligo di svolta su via Bareggio in direzione Magenta-Milano e arretramento della fermata per trasporto pubblico. L’attraversamento pedonale viene ricollocato in coda alla fermata (direzione Sedriano) per implementare la sicurezza. Il senso unico in ingresso (direzione Sedriano) consente di realizzare un percorso pedonale protetto sul lato destro, ricavando anche una piccolo sagrato davanti alla chiesa, e di dare continuità alla pista ciclabile interrotta. Inoltre è previsto l’ampliamento del parcheggio esistente con 5 nuovi posti auto (ingresso-uscita su via San Massimo, solo uscita su via Bareggio).

Related Post

Lascia un commento