Latest News
Latest News

Il bilancio 2019 è stato approvato ieri sera dal consiglio comunale. Ma il Pd ha bocciato senza appello l’esercizio nella convinzione che il primo vero effetto generato dall’amministrazione Colombo è stato quello di stabilire un nuovo record in termini di trasparenza e partecipazione nella storia amministrativa di Bareggio. Ma ecco le motivazioni del suo voto contrario. La novità assoluta è che con la cosiddetta’ “ventata di aria nuova e giovane” per la prima volta nella storia amministrativa di Bareggio, l’amministrazione Colombo si traduce nella mancanza di confronto con la cittadinanza, non invita i cittadini, le associazioni di categoria i sindacati, i commercianti, ecc… a partecipare ad un pubblico dibattito, una presentazione dove sono illustrate le scelte che questa maggioranza ha voluto finanziare per il 2019, all’interno di un bilancio che sarà poi approvato definitivamente in consiglio comunale.
Non può essere certo sufficiente una presentazione ad alcune associazioni convocate un giorno per l’altro in sala giunta all’ora di pranzo, facendo venir meno la possibilità di proporre modifiche o suggerimenti dai cittadini. Questo atteggiamento, sa invece di beffa, di chi non volendosi confrontare indice un incontro con la modalità dell’ultimo istante al quale sa ci sarà una partecipazione scarsa, ma soprattutto si vanifica la possibilità la partecipazione della cittadinanza.

In questa presentazione avrebbero per esempio dovuto motivare ai bareggesi il perché della scelta politico / amministrativa per cui non si è più ritenuto opportuno proseguire tre importanti progetti cominciati dall’ex amministrazione Lonati che se terminati avrebbero potuto migliorare Bareggio dal punto di vista energetico, ambientale. 
La prima delle questioni è il perché hanno voluto spostare, mettendo a bilancio una copertura finanziaria insufficiente, (180.000 € a fronte di un intervento che in realtà si aggirerebbe almeno intorno ai 400.000 €), i lavori per eseguire il terzo e definitivo lotto per completare la riqualifica energetica della scuola Collodi di San Martino, che avrebbe portato un notevole risparmio economico. Lavori che di fatto realizzeranno, se tutto va bene, nel 2021.
La seconda  è il perché hanno voluto buttare nel cestino un progetto da 30.000 €,  depennando il progetto di riqualifica viabilistica del tratto di strada della ex Statale 11 compreso tra l’intersezione di via Roma e la via De Gasperi (rotatoria), uno dei punti a più’ alta incidentalità’ e congestione viabilistica di Bareggio, frutto di uno studio a base scientifica del PIM, che ricordo è un centro studi a capitale pubblico che ha nella sua mission la risoluzione dei problemi degli dnti pubblici, progetto che ha visto a più riprese, la collaborazione e condivisone  con tutti i soggetti presenti in quel tratto. 
Infine del perché stanno tenendo “sotto il tappeto” da 6 mesi il progetto – già pronto – riguardo la completa riqualifica dell’illuminazione pubblica e stradale di Bareggio con tecnologia LED, sempre voluto dall’ex amministrazione. 
La serietà di un’amministrazione si misura soprattutto da queste cose, troppo semplice con grosse disponibilità di investimento piovute dal cielo limitarsi ad acquisti da panem e circensi, se vi sono delle difficoltà si affrontano, si assumono le responsabilità del caso, e si rende edotti i consiglieri e la cittadinanza in merito. 
Venendo poi alla spiegazione degli altri perché, l’amministrazione della Lega avrebbe dovuto spiegare ai cittadini di Bareggio in una semplice presentazione del bilancio, prima della approvazione definitiva in consiglio, quali sono i motivi per cui dopo ben 6 variazioni di bilancio non si sono affrontati i nodi irrisolti di questi ultimi anni. Variazioni che rappresentato di fatto possibilità di spesa ben più importanti di un normale bilancio, variazioni fatte senza nessun confronto preventivo, la cui tempistica è quantomeno sospetta, come se non si volesse in nessun modo coinvolgere le minoranze, viste le disponibilità, sulle scelte importanti da prendere.
SCUOLE e IMPIANTI SPORTIVI
Oltre che acquistare palchi, piste da ballo e gazebi, che rappresentano la parte ludica e di sicuro effetto, con ricadute parziali per il beneficio dei cittadini, per un’amministrazione riveste obbligo primario, l’adeguamento normativo sugli edifici scolastici in termini di sicurezza in prosecuzione a quelli eseguiti in passato e su altri edifici, fornendo anche alla scuola media di San Martino e la materna “Munari” la certificazione preventiva incendi CPI, che in termini di legge si devono presentare entro il 31 dicembre 2018 in aggiunta alle certificazioni antisismiche. Inoltre ricordiamo che sempre entro il 31 dicembre il Prefetto richiede il certificato d’idoneità statica del centro sportivo Facchetti, ma le risorse per un incarico tecnico sono state considerate solo nel 2019 a certificato ormai scaduto.  E adesso speriamo che il Prefetto attenda i comodi di questa amministrazione. 
STRADE
Ci domandiamo perché nel 2019 è previsto il rifacimento del manto stradale di via Piave (dalla via Vivaldi sino al canale scolmatore), tratto stradale che secondo noi  non riveste caratteristiche di urgenza come lo sono invece altri tratti interessati da traffico e pedonabilità in zone di pubblica utilità’, come ad esempio la via Falcone / via San Carlo a San Martino, o del primo tratto di via Madonna Pellegrina dall’incrocio con via Roma sino al Carrefour, che sono oggettivamente tra le più trafficate del paese. 
Perché, sempre nel 2019 è previsto il rifacimento del manto stradale di via Manzoni (quadro economico 60.000 €), senza prevedere né le spese per l’adeguamento delle barriere architettoniche, né per il rifacimento dei marciapiedi. Quel tratto, da e verso le scuole, è il più utilizzato sopratutto dalla componente debole come i nonni, genitori, bambini, diversamente abili, che meritano ben altro rispetto e attenzione
ERP
Niente risorse straordinarie per continuare il piano di valorizzazione degli immobili ERP, (edilizia residenziale pubblica), avviato dall’amministrazione Lonati, per poter affrontare un risanamento del patrimonio pubblico e assegnare alloggi ai più disagiati. 
CIMITERO
Gli uffici comunali possiedono più di una relazione nella quale si evidenzia come il cimitero cittadino vive una condizione di allarme, molte delle misure che permettono la dismissione di loculi sono già state attuate e difficilmente produrranno ulteriori significativi risultati. Se non si intervenisse con lavori di ampliamento, già da metà 2019 ci si potrebbe trovare in una situazione allarmante di cui il sindaco risponde in prima persona. Purtroppo, nel bilancio pluriennale 2019 non ci sono risorse straordinarie per dar seguito a lavori di ampliamento ma solo risorse ordinarie per il bando di gara dei servizi.
Dopo anni in cui i bilanci comunali hanno sofferto di poca capacità di investimento, dovuto alla normativa nazionale, al patto di stabilità e al pareggio di bilancio, una norma del 2 ottobre 2018, ha di fatto reso possibile spendere tutto quanto in questi anni i vincoli non hanno permesso, liberando di fatto 2 Ml di € che avrebbero potuto trasformare il volto del nostro paese. Ma con scarsa lungimiranza non si è voluto affrontare in termini esaustivi problemi riguardo la viabilità, le infrastrutture pubbliche, la scuola. Si è preferito investire in 4 strutture che apparentemente rappresentano un ritorno di immagine immediata e sicura.   
Se questa è la ventata di fresca novità portata col primo bilancio pluriennale dell’amministrazione Colombo, allora consigliamo ai bareggesi di prestare molta attenzione a come si intende spendere i soldi pubblici da parte di questa maggioranza, poche idee ma ben confuse, lo testimonia anche il DUP , dove in merito a progetti e a tempistiche di realizzazione vi è da una parte confusione e vaghezza, dall’altra mancanza di poste di bilancio.
Ci attendono momenti bui, dove il confronto avviene solo nelle segrete stanze, consigliamo a tutti i cittadini di illuminare con le proprie torce questo cammino irto di difficoltà e di obnubilamento generale, in modo da fare luce sul futuro che ci attende.

Related Post

Lascia un commento