Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

Il troppo storpia come quello che si è visto andare ultimamente in scena in municipio. Infatti i 5 Stelle, davanti all’ennesima sceneggiata che è culminata nella defenestrazione dell’assessore Enzo Tenti ad appena 5 mesi dalla nomina, chiedono a gran voce che il sindaco Stefano Zancanaro e la giunta comunale si dimettano per tornare alle urne nel più breve tempo possibile. Un’esortazione a chiudere l’esperienza prima del fatale schianto. “Crediamo a questo punto -gridano i 5 Stelle– che la soluzione più logica e conseguente di questa drammatica situazione, sia la consapevolezza da parte del sindaco stesso e della giunta di non essere in grado di poter governare in piena coerenza ma soprattutto senza una volontà ben precisa o la capacità di risolvere i problemi del paese. Vittuone vuole tornare sui binari per vivere, creare nuovi investimenti, avere una strategia politica, ma vuole soprattutto un governo che sia in grado di poter lavorare e impegnarsi per questi obiettivi”.
Per i pentastellati il viaggio della compagine amministrativa si è segnalato per la totale incapacità di realizzare un  progetto, per alcuna strategia, per nessuna voglia di portare avanti quel cambiamento che i cittadini vittuonesi desiderano maggiormente e al quale auspicavano votando quello che sembrava essere il cambiamento. Non solo. I 5 Stelle ricordano al “sindaco Zancanaro che con i suoi colleghi politici aveva preso a suo tempo un impegno preciso con la cittadinanza firmando un programma chiaro ed inequivocabile, i risultati sono sotto gli occhi di tutti: scarsa manutenzione della strade; scarsa manutenzione del verde; scarsa sicurezza; il non rilancio del teatro Tresartes; il non trasferimento del mercato le associazioni;  la totale assenza di dialogo con i cittadini”. E dulcis in fundo la stoccata finale: “Signor sindaco come può continuare a prendere in giro i suoi concittadini in questa maniera? Chi sarà il prossimo ad uscire?”.

Related Post

Lascia un commento