Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
L’ingresso in maggioranza del gruppo Insieme per Vittuone doveva dare più coesione e slancio alla compagine amministrativa e invece ha finito per generare crescenti fibrillazioni politiche. Infatti da quel momento si sono scatenati tensioni e guerre intestine che sono ora culminate nelle clamorose dimissioni del consigliere comunale Alberto Camerati, il quale sin dal primo momento si era detto contrario al coinvolgimento di Insieme per Vittuone nella stanza dei bottoni. La presa di distanza era nell’aria da tempo, anche perché si era già dimesso dalla vicepresidenza del consiglio comunale, ma adesso si è concretizzata. Tuttavia il suo gesto non mette in discussione la tenuta numerica della maggioranza, ma è sicuramente un vulnus politico che è destinato alla distanza a pesare.
Intanto il consigliere subentrante Tunesi, secondo voci, non avrebbe buoni rapporti con l’assessore Enzo Tenti, ma è un dettaglio non proprio decisivo per le sorti della compagine amministrativa. Poi il consiglio comunale di mercoledì 14 non è stato convocato dal presidente Livio Fagnani, che a quanto pare si è ritrovato in conferenza dei capigruppo senza la documentazione allegata dei punti in discussione, ma dalla vice. Il che non è un buon segnale per la salute a lungo termine per la maggioranza. Per  il sindaco Stefano Zancanaro non è un buon momento e appare agli occhi degli osservatori sempre più come un vaso di cocci in mezzo a vasi di ferro. Che farà? Prenderà in mano la situazione o lascerà andare la barca finché non si infranga in qualche scoglio insormontabile

Related Post

Lascia un commento