Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

Linda Colombo
E’ stata un’estate di lavoro per la nuova amministrazione comunale. Infatti la sindaca Linda Colombo e gli assessori, prima di concedersi un periodo di riposo, hanno lavorato alacremente per mettere a punto i programmi che intendono realizzare nel corso del mandato. E così il 10 settembre prossimo, alle 20,30, il consiglio comunale si riunirà nella sala di via Marietti per discutere e approvare fra l’altro le linee programmatiche 2018-2023 che sono state definite. Il presidente del consiglio comunale Angelo Cozzi ha già inviato l’informativa via email ai consiglieri sulla convocazione della seduta. Il documento, destinato ad articolare meglio e punto per punto le proposte e le promesse declamate in campagna elettorale dalla compagine di centrodestra, costituisce la piattaforma a cui rifarsi per realizzare il programma nei 5 anni di legislatura. L’attesa maggiore è sicuramente per l’urbanistica che nella passata legislatura è rimasta congelata.

L’ex cartiera in particolare, poi la Sapla, l’Alma sono comparti che attendono da tempo una sistemazione che concorrerebbe a cambiare il volto del paese e a generare risorse importanti per le casse municipali. La sindaca che si è tenuta la delega è ben decisa a sdoganare l’ex cartiera che l’amministrazione Lonati non ha avuto il coraggio di prendere in mano. Certo che in municipio da quando sono cambiati gli inquilini si vive un clima nuovo e operativo grazie alla forte spinta che la sindaca ha dato all’apparato abituato ai ritmi lenti e compassati della scorsa amministrazione. Un dinamismo sconosciuto alla burocrazia comunale che ora rischia di non tenere il passo di carica dei nuovi amministratori. Intanto Colombo differenziandosi nettamente dal suo predecessore si è limitata a prorogare sino alla fine dell’anno l’incarico ai capisettori per monitorare nel frattempo il loro lavoro e valutare se confermarli o cercare alternative. Insomma la sindaca sta sorprendendo tutti per la determinazione e il modus operandi con cui si è approcciata da subito nell’avventura amministrativa, nonostante abbia appena debuttato sulla scena politico-amministrativa matricola. Del resto dopo anni di immobilismo ci voleva una svolta, una guida ferma, un piglio risoluto. Se il buongiorno si vede dal mattino… è plausibile immaginare frutti copiosi.


Lascia un commento