Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Il progetto “Welfare metropolitano e rigenerazione urbana” di Città Metropolitana in cui hanno trovato sviluppo e finanziamento le attività del progetto #Oltreiperimetri ha preso avvio nel 2018. Interventi che da un triennio trovano realizzazione nel territorio del Rhodense. “Welfare metropolitano e rigenerazione urbana” e “#Oltreiperimetri” sono nati per individuare e mettere in atto nuove modalità d’intervento e di azione sociale, a partire dal coinvolgendo di tutte le energie disponibili sul territorio. Veri e propri generatori di nuova energia sociale. L’idea fondante è quella di andare oltre i confini del tradizionale intervento sociale, per promuovere rinnovati legami tra le persone e tra le diverse soggettività diffuse nel tessuto dei nove Comuni del Rhodense. Per poi intervenire – insieme – sulle situazioni di impoverimento e vulnerabilità.

Una delle principali realizzazioni del progetto nel Rhodense è la nascita e lo sviluppo dei laboratori di comunità: gruppi informali di cittadini che si incontrano periodicamente per costruire progetti e iniziative per sé e per la propria città. Sono gruppi aperti che hanno come primo obiettivo quello di generare legami positivi tra i partecipanti, in grado poi di impegnarsi per creare “servizi” gratuiti, auto-organizzati, leggeri e sostenibili a disposizione di tutti. Tra le nuove azioni progettuali per il 2018 c’è la realizzazione di un bando orientato a valorizzare l’attivazione delle comunità locali, la costruzione di reti e di relazioni tra le persone, sollecitando la partecipazione, il protagonismo attivo dei cittadini, la solidarietà ed il senso di corresponsabilità. 
Lo scopo del bando
Il bando #OPerazione comunità intende promuovere la costruzione di relazioni solidali e di forme di socialità all’interno delle comunità locali, attente in particolare alle persone fragili, capaci di contrastare l’isolamento che connota i contesti urbani e di costruire supporti leggeri a situazioni di vulnerabilità improvvise derivanti dalla crisi economica e dall’indebolirsi dei legami sociali (perdita di lavoro, conflittualità e rottura legami famigliari, incremento carichi di cura, solitudine e isolamento…). Il bando si propone di favorire lo sviluppo di una comunità attraverso il rafforzamento di contesti di prossimità, la valorizzazione delle risorse esistenti e inespresse, l’incentivo di nuove forme di protagonismo nel costruire risposte collettive a bisogni e necessità concrete.
2 Aree d’intervento dei progetti 
Il bando #OPerazione comunità intende favorire la diretta attivazione dei cittadini dei Comuni del Rhodense nell’ideare e realizzare azioni finalizzate a: 
a) Favorire la nascita e la costruzione di legami solidali tra le persone, attraverso la creazione di occasioni di collaborazione, condivisione, reciprocità, mutuo aiuto, socialità 
b) Generare opportunità di risparmio collettivo e produzione di economie concrete, che rendano più sostenibili i consumi e supportino le persone a meglio affrontare anche momenti di particolare difficoltà.
3 Nello specifico il bando si propone come occasione di attivare i cittadini nell’esprimere le proprie necessità e nell’ideare e sperimentare possibili soluzioni all’interno di tre aree: 
1. bisogni legati alla gestione del tempo e della quotidianità (es. condivisione delle necessità di cura, sostegno familiare come babysitting, vicinato solidale, banche del tempo…) 
2. rigenerazione di beni comuni o luoghi di vita ad uso collettivo, finalizzati alla socializzazione, contrasto del degrado, presidio dei legami sociali (es. organizzazione di eventi di quartiere, azioni di prossimità, social street…) 
3. bisogni materiali, di risparmio, riuso e migliore organizzazione dei consumi (es. mercatini dell’usato, attivazione di gruppi di acquisto, scambio di oggetti e competenze… 
Le attenzioni da avere 
I progetti, presentati dai gruppi di cittadini, dovranno prevedere coinvolgimento e aggregazione, secondo il principio che è la cittadinanza attiva il principale attore dello spazio sociale e del bene pubblico. I gruppi di cittadini che presenteranno le idee progettuali sono chiamati a coinvolgere altri cittadini, per allargare e rafforzare la rete. I progetti dovranno essere attenti ad intercettare, incontrare e sostenere persone fragili o sole che vivono nel territorio. 
3 Soggetti che possono partecipare 
I destinatari del bando sono gruppi di cittadini dei Comuni del Rhodense (Rho, Arese, Lainate, Pogliano, Pregnana, Vanzago, Pero, Cornaredo, Settimo Milanese) composti da almeno 10 persone maggiorenni, accomunate dallo stesso bisogno e dalla condivisione della stessa idea. 
GRUPPI DI CITTADINI – ACCORDO DI COLLABORAZIONE 
I componenti del gruppo di cittadini che propongono il progetto sottoscrivono un accordo di collaborazione in cui definiscono e si impegnano a: condividere gli obiettivi del progetto e co-progettarne le azioni collaborare fattivamente alla realizzazione delle attività individuare un referente di progetto per la gestione dei contributi e l’erogazione del finanziamento delegare tale referente al compito di interfaccia con i referenti del progetto #Oltreiperimetri, per il monitoraggio e la valutazione degli obiettivi, delle azioni e delle modalità organizzative del progetto e per la liquidazione del contributo aprire un conto corrente, o mettere a disposizione uno esistente, per la gestione del contributo. 
4 Modalità organizzative 
Come muoversi 
I cittadini interessati a presentare un progetto potranno visionare il video promozionale del bando nonché chiedere informazioni, dialogare per conoscere idee simili, raccogliere spunti, porre quesiti accedendo alla pagina Facebook o sul sito web del progetto www.oltreiperimetri.it I cittadini che hanno un’idea devono necessariamente prendere contatto con uno dei referenti per un incontro di presentazione dell’idea e di confronto sulla sua fattibilità. È previsto inoltre un supporto sia nell’elaborazione del progetto che nella compilazione della scheda di progetto. I cittadini interessati a presentare un’idea potranno infine partecipare ad alcuni momenti pubblici di approfondimento del bando organizzati sul territorio e pubblicizzati tramite i canali web del progetto. 
I referenti per il bando da contattare per la progettazione sono: 
• Per i comuni di Lainate e Arese: #OPcafè di Lainate, via Lamarmora 7, o allo spazio di Via Caduti 53 ad Arese Operatore di riferimento: Marta Carli: marta.carli@oltreiperimetri.it Tel. 348 7469813 
• Per i comuni di Rho e Pero: #OPcafè di Rho Auditorium di Via Meda 20. Operatore di riferimento: Antonino Lattuca: antonino.lattuca@oltreiperimetri.it Tel. 345 7922717 
• Per i comuni di Settimo Milanese e Cornaredo: #OPcafè di Settimo Milanese – Palazzo Granaio, via Papa Giovanni XXIII Operatore di riferimento: Alessandro Belotti: alessandro.belotti@oltreiperimetri.it Tel. 347 5695289 
• Per i comuni di Pregnana, Vanzago e Pogliano: #OPcafè di Pregnana Via Trieste Operatore di riferimento: Francesca Albanesi: francesca.albanesi@oltreiperimetri.it Tel. 345 7925290 
Tempi 
I progetti dovranno essere presentati entro il 31 ottobre 2018 utilizzando il modello di domanda e accordo di collaborazione e lo schema di progetto allegati al presente bando. 
Finanziamento 
Per il finanziamento dei progetti presentati vengono messi a bando 44.000 euro complessivi e sarà elaborata una graduatoria a cura di un’apposita commissione composta dall’équipe del progetto e dall’Ufficio di Piano Rhodense. Il contributo richiesto per ciascun progetto non potrà essere superiore ai 2.000 euro. Il finanziamento sarà erogato per il 50% all’avvio del progetto, 30% in itinere ed il restante 20% a saldo dietro presentazione della documentazione giustificativa. I progetti finanziati saranno accompagnati nel percorso di attuazione e affiancati nelle azioni di monitoraggio e valutazione dei risultati raggiunti da parte degli operatori del progetto #Oltreiperimetri presenti sul territorio. 
Spese ammissibili 
Le voci di spesa dovranno essere coerenti con le attività di ogni progetto finanziato. Sono ammissibili le seguenti spese: materiali, beni di consumo, attrezzature, polizze assicurative, incarichi di personale tramite forme regolari. Tutte le spese dovranno essere giustificate e accompagnate da relativa documentazione. 
Durata
Le iniziative dei progetti dovranno essere di carattere continuativo e concludersi entro un anno dalla data di avvio del progetto e non potranno comunque concludersi oltre il mese di giugno 2020. 
5 Valutazione dei progetti 
La commissione valuterà i progetti pervenuti secondo i seguenti requisiti e attribuendo i seguenti punteggi a ciascuna voce (per un massimo complessivo di 36 punti): 
1. Attitudine del progetto ad attivare reti di cittadini, a diffondere l’idea progettuale e ad allargare la rete ad altri cittadini (da 0 a 6 punti) 
2. Attenzione e capacità di intercettare elementi di vulnerabilità del territorio (ad esempio solitudine, dispersione scolastica, gestione delle risorse economiche …) (da 0 a 6 punti) 
3. Capacità di rispondere a bisogni concreti che non trovano risposta nelle iniziative presenti sul territorio (da 0 a 6 punti) 
4. Innovazione rispetto a iniziative e attività simili già esistenti (da 0 a 6 punti) 
5. Orientamento del progetto a sostegno della collettività e della comunità territoriale (da 0 a 6 punti) 6. Sostenibilità del progetto nel tempo e replicabilità in altri territori (da 0 a 2 punti)  
7. Capacità di connettersi tra territori diversi (ad esempio possibili sinergie e contaminazioni tra diversi Comuni) (da 0 a 2punti) 
8. Connessioni con azioni del progetto #Oltreiperimetri (da 0 a 2punti) 
I progetti che non raggiungeranno il punteggio minimo di 8 punti, verranno esclusi
Inammissibilità dei progetti 
Non sono ammissibili progetti presentati da Amministrazioni pubbliche, Istituzioni scolastiche, imprese, cooperative sociali, associazioni riconosciute e iscritte agli appositi albi. Non sono ammissibili, inoltre, progetti che non siano coerenti con le finalità e gli obiettivi del bando, incompleti o che stanno già beneficiando di finanziamenti per le stesse azioni. 
6 Modalità di presentazione 
Il progetto va presentato compilando i fac-simili dei documenti da presentare: 
– domanda e accordo di collaborazione – dossier di candidatura 
 – una copia di un documento di identità del promotore 
– altri allegati che si ritengono utili per una miglior presentazione del progetto 
La domanda dovrà essere presentata entro il 31 ottobre 2018 via mail all’indirizzo operazione.comunita@oltreiperimetri.it o in alternativa, dal 1° settembre 2018, in forma cartacea presso l’ufficio “Palestra del Lavoro” di Sercop, in via dei Cornaggia 33 a Rho (MI), nei seguenti giorni/orari: lunedì e mercoledì dalle 9.30 alle 12.30. 
L’esito della valutazione verrà comunicato ai referenti di progetto individuati e sui siti www.oltreiperimetri.it e www.sercop.it entro il 20 dicembre 2018. 
I progetti finanziati saranno accompagnati nel percorso di attuazione e affiancati nelle azioni di monitoraggio e valutazione dei risultati raggiunti da parte degli operatori del progetto #Oltreiperimetri presenti sul territorio. Per ogni eventuale informazione contattare #OP café di Rho – via Meda, 20. Tel. 029315477 

Related Post

Lascia un commento