Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Da ben 22 anni i cittadini aspettano che si attui il piano promesso per la mitigazione del rumore da parte di RFI, ma tuttora il progetto è rimasto sulla carta. Troppo per restare in silenzio. Infatti alcuni cittadini hanno scritto alle Ferrovie dello Stato, a Trenitalia Spa e al sindaco Stefano Zancanaro per denunciare l’incredibile “dimenticanza” e sollecitare il promesso intervento. Del resto i rumori per i residenti nelle adiacenze della tratta ferroviaria Milano-Torino sono diventati un insopportabile strazio. Non hanno un attimo -si fa per dire- di tregua. La loro quiete è perennemente disturbata. Un grosso disagio. Intanto proprio per cercare insieme ai cittadini di capire perché ancora niente si è mosso si è mobilitato il consigliere comunale Diego Manfredi (M5S). “Da anni si denuncia il grave problema -puntualizza Manfredi– causato dalla mancanza di una adeguata barriera di contenimento delle emissioni prodotte dal forte passaggio dei treni. Ma ad oggi nonostante RFI sia pronta ad eseguire il progetto, ancora nulla si muove.

La situazione è sempre più intollerabile grazie anche al fatto che da diverso tempo ladri e malintenzionati si introducono nelle proprietà private confinanti con il muretto di delimitazione di confine della ferrovia, scavalcandolo agevolmente. La situazione diventa oltremodo intollerabile. Oggi -conclude Manfredi– abbiamo voluto presenziare l’incontro in Regione Lombardia al fianco di alcuni cittadini per sostenerli e “fare pressione” affinché il problema trovi quanto prima la sua risoluzione.

Related Post

Lascia un commento