Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Cresce l’attesa per il ballottaggio che andrà in scena domenica 24. Un appuntamento con le urne (dalle 7 alle 23) che deciderà il nuovo sindaco della città. La contesa è fra Linda Colombo (26,19%) ed Ermes Garavaglia (21,87%), che peraltro non hanno voluto apparentarsi con nessuno. Si affronteranno senza il supporto di gruppi, partiti e quant’altro confidando nella propria forza attrattiva e nella capacità di intercettare gli elettori. Tuttavia sono distanziati l’una dall’altro da appena 290 voti. Pochi per chi è avanti per ritenersi al sicuro, tanti da scalare per chi è dietro. Ma sono calcoli più che altro virtuali per via dell’impossibilità di sapere a priori quanti cittadini andranno a votare. Certo che al primo turno dei 13.948 euro aventi diritto soltanto 6.878 si sono recati alle urne. Più della metà ha disertato i seggi e tutto lascia immaginare che al secondo turno un’altra consistente quota se ne starà a casa, se non è già al mare.

La prospettiva che il sindaco finisca per essere eletto da una porzione minoritaria di elettori è oggi più che plausibile. Non è il massimo, ma le premesse sono proprio queste. Intanto i due contendenti si danno da fare con tutti i mezzi che si ritrovano per cercare di fare breccia negli elettori. I voti a disposizione, tenendo conto di quelli attribuiti agli altri candidati e al netto dei suffragi già aggiudicati dai due ballottanti, sono 3.489. Chi saprà pescare meglio e di più in questo bacino di voti in libertà diventerà sindaco. Colombo fa leva sul rinnovamento per vincere la partita e rilanciare la città da anni di immobilismo. “Non voglio e non vogliamo arrenderci -tuona Colombo– al declino. Rinnoviamo insieme Bareggio. La città necessita di un cambio di passo”. Garavaglia promette che con lui sindaco “una nuova Bareggio è concretamente realizzabile”. 

Related Post

Lascia un commento