Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
La lista Bareggio nel cuore va avanti come un treno e inaugura il point elettorale per organizzare al meglio la campagna che culminerà nelle elezioni del 10 giugno (eventuale ballottaggio il 24). Il taglio del nastro è per domenica 8 aprile, alle 11, in via Manzoni 29. Un punto di ritrovo e di riferimento per i cittadini. La lista è sempre più convinta che la candidatura a sindaco di Ermes Garavaglia, sostenuta per adesso da Fratelli d’Italia, ma altre forze si potrebbero strada facendo aggregare come per esempio Io amo Bareggio o quantomeno un pezzo del gruppo,  Monica Gibillini e altri ancora, sia quella giusta e vincente. Lo strappo con la Lega e Forza Italia sembra definitivamente consumato  con la conseguenza di correre ognuno per conto proprio e con tutti i rischi connessi alla scelta. Intanto Lega e Forza Italia hanno candidato a sindaco Linda Colombo, 30 anni, credendo che abbia le qualità giuste per fare breccia nell’elettorato.

Una scelta che l’establishement ritiene la migliore possibile avendo competenza ed essendo anche una faccia nuova e giovane, ma fra la gente, per ora, non essendo nota non suscita grandi entusiasmi. Dovrà dunque darsi da fare parecchio per farsi conoscere e attirare gli elettori che leghisti non sono. Sì, per vincere con la divisione che si è determinata nel centrodestra bisogna intercettare voti e consensi destinati potenzialmente ad altri. Sul fronte del centrosinistra circolano con insistenza indiscrezioni che danno la candidatura del sindaco uscente Giancarlo Lonati (Pd) fortemente insidiata da Ivan Andrucci (Pd), anche lui assessore uscente. Se Andrucci riuscisse a prevalere o comunque Lonati si decidesse a fare un passo indietro o di lato lo scenario politico a sinistra cambierebbe radicalmente. Sì, perché con lui sarebbe più agevole trovare un’intesa con tutte quelle forze civiche e con gruppi della sinistra radicale che con Lonati sarebbe invece impossibile per via delle note vicende accadute nel corso della legislatura. La sua candidatura metterebbe probabilmente d’accordo tutti. E la compagine almeno sulla carta avrebbe la forza per competere e tentare di vincere la partita finale com’è accaduto nella scorsa tornata elettorale.

Related Post

Lascia un commento