Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

Una donna, un tecnico, un’impresa. Niente a che fare con i famosi “Sei personaggi in cerca di autore” di Pirandello, anche se dimezzati nel numero, che irrompono in teatro nel bel mezzo di una prova in cerca di qualcuno che rappresenti la loro storia. Ma più modestamente tre figure reduci di una sentenza pronunciata dal Tribunale civile di Milano che ha finito per dare ragione alla donna. E magari desiderosi che la loro poco edificante vicenda restasse segreta. Stataleforum che non cerca il sensazionalismo non disvela i nomi dei protagonisti, ma racconta la storia che è paradossale e con un finale del tutto imprevisto. La vicenda, iniziata alcuni anni or sono e conclusasi solo adesso, è questa. La donna, abitando con l’anziana madre che non deambulava al piano superiore di una palazzina, ha pensato che se traslocasse in un appartamento al piano terra sarebbe stato tutto più agevole. Detto e fatto. Infatti si è rivolta a un professionista con cui intercorrevano anche rapporti di parentela affinché si interessasse per esaudire la sua esigenza.
Il professionista le ha prospettato la possibilità di acquistarlo nell’ambito di un lotto che era in pista di lancio a sud di Sedriano. La donna gli ha nel tempo versato circa 200.000 euro. Il guaio è che i lavori non sono stati mai completati per difficoltà in cui strada facendo è incappata la ditta. La donna esasperata si è rivolta a un legale che ha avviato la causa civile e nel dicembre scorso il Tribunale di Milano ha condannato il professionista essendo il direttore dei lavori a pagare alla controparte circa 23.000 euro fra spese legali e riconoscimenti vari e la ditta a restituire l’intera somma. Tuttavia all’impresa per non fallire l’è stata concessa la possibilità di rateizzare l’importo. Ma come una storia pirandelliana non poteva mancare il paradosso, il colpo di teatro per stare in tema. Sì, perché nel frattempo è morta l’anziana madre. Al mancato trasloco anche il dolore per la perdita della congiunta. Più beffa di così…

Related Post

Lascia un commento