Latest News
Latest News
Un’esperienza così nessuno forse se la sarebbe mai immaginata e men che meno il malcapitato protagonista. Sì, una storia incredibile e assurda, ma realmente accaduta. Vittima lo storico ecologista vittuonese Paolo Fagnani, il quale mosso dalla passione ambientalista, anche in una giornata di festa come oggi, si è attivato per raccogliere rifiuti lungo la Statale 11, nel tratto che si dispiega verso Corbetta. Ma lasciamo che sia lui stesso a raccontare quel che gli è accaduto proprio qualche ora fa. “Avevo lasciato la carriola -spiega Fagnani– poco distante da dove con il rastrello ero intento a pulire il bordo della strada quando un’autovettura si è fermata. E’ sceso un uomo, ha afferrato la pala, la roncola e l’attrezzo per raccogliere i rifiuti che avevo lasciato a bordo strada e furtivo ha cercato di risalire macchina per allontanarsi con il ‘bottino’. Ma per fortuna mi sono accorto della manovra, l’ho rincorso a rischio di un incidente e gli ho fatto depositare il maltolto.

Il tizio è subito fuggito, ma ha fatto in tempo a sottrarmi la bandiera dell’Italia che avevo esposto a un albero. Una brutta e disdicevole vicenda che si commenta da sola”. 

Related Post

Lascia un commento