Latest News
Latest News
Valentina Escobar

E’ di Valentina Escobar, giovane regista milanese, l’opera teatrale “Sognando Shakespeare”, andata in scena al Teatro Litta di Milano nei giorni scorsi. Per circa due ore in un viaggio, come in un sogno, gli spettatori hanno assaporato frammenti di vita e momenti di gioia e di dolore che il più grande drammaturgo inglese ci ha voluto trasmettere attraverso le sue opere. Il dramma di due giovani e sfortunati amanti che ricorda l’attualità delle faide e degli scontri tra clan delle nostre terre; la tragedia della gelosia di Otello, vecchi e nuovi femminicidi; la follia del potere che tanto amareggia Amleto conteso tra la sete di vendetta e l’amore della madre neosposa dell’assassino del padre; la follia vista come rifugio dal male del mondo di re e di potenti.
Ma anche il dileggio, l’allegria delle giovani donne, il sogno che si mescola con la realtà dove in fondo tutti noi che -per dirla con l’autore- siamo fatti della stessa sostanza dei sogni, siamo involontariamente partecipi del mondo e del teatro che Shakespeare ha voluto rappresentare. L’autrice ci ha fatto sognare tra splendidi abiti di scena e deliziosi attori. Una compagnia giovane, ma attenta e sensibile a cogliere quei sogni che spesso solo il teatro riesce a rappresentare. La giovane regista, anche se già da quindici anni calca le scene di teatri più noti d’Europa e dell’Asia, riscuote successo a pieni mani dal suo appassionante lavoro. E ora reduce dal Giappone in cui si è fatta apprezzare è pronta per una tournée in Cina con una rappresentazione lirica ispirata ai brani di Mulan.

                                                                             Ha collaborato Susanna Cislaghi

Related Post

Lascia un commento