Latest News
Latest News
L’amministrazione comunale ha riaperto il bando per rilanciare il “baratto amministrativo”. L’iniziativa è riservata ai cittadini che avendo debiti con il Comune non riescono a saldare il dovuto e con la proposta gli si offre la possibilità di barattare il corrispettivo con lavori a favore dell’ente. Una risposta concreta ai nuclei disagiati. Intanto le domande vanno inoltrate in municipio entro le 18,15 del prossimo mercoledì 15 novembre. La possibilità di aderire al “baratto amministrativo” è riservata ai debiti di qualunque natura maturati da persone fisiche nei confronti del Comune, per i quali al momento della pubblicazione dell’avviso emanato dall’amministrazione per la raccolta delle adesioni sia già stata notificata da almeno un anno la cartella esattoriale o l’ingiunzione di pagamento e non sia in corso un piano di rientro non decaduto.
1) CHI PUO’ PRESENTARE LA DOMANDA
Possono accedere al “baratto amministrativo” di cui al presente avviso i cittadini in possesso dei requisiti di seguito indicati:
a) Essere residenti nel Comune di Cornaredo;
b) Età non inferiore ad anni 18;
c) Idoneità psico-fisica in relazione alle caratteristiche dell’attività o del servizio da svolgersi;
d) Assenza di condanne penali: sono esclusi coloro nei cui confronti è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta per delitti contro la pubblica amministrazione, il patrimonio, l’ordine pubblico, per i reati di cui agli art. 600, 600 bis, 600 ter, 600 quater, 600 quater-1 e per i delitti contro la libertà personale;
e) Essere in possesso di un indicatore ISEE in corso di validità non superiore a €.18.000
f) Avere debiti arretrati non pagati nei confronti del Comune per i quali per i quali al momento della pubblicazione del presente avviso sia già stata notificata da almeno un anno la cartella
esattoriale o l’ingiunzione di pagamento e non sia in corso un piano di rientro non decaduto;
2) MODALITA’ DI SELEZIONE DEI SOGGETTI DA AMMETTERE AL BARATTO
AMMINISTRATIVO
Nell’individuazione, tra i partecipanti all’avviso, dei soggetti da ammettere alla procedura del
“baratto amministrativo” sarà data priorità, nell’ordine:
COMUNE DI CORNAREDO Provincia di Milano P.IVA 02981700152 Settore Finanziario – Ufficio Tributi – P.zza Libertà, 24 – 20010 Cornaredo 0293263210/0293263228 Fax 0293263272 E-mail: tributi@comune.cornaredo.mi.it
a)ai debiti di importo non superiore ad €.2.000,00 incluse le maggiorazioni per interessi e tutte le spese e gli aggi derivanti dall’attivazione della procedura coattiva;
b) ai debiti per i quali è intervenuto provvedimento di fermo amministrativo dell’automezzo;
c) agli indicatori ISEE più bassi;
Qualora applicando i criteri sopra indicati lo stanziamento di spesa assegnato dall’amministrazione comunale al “baratto amministrativo” non fosse interamente utilizzato per mancata di adesioni, si procederà ad ammettere al “baratto amministrativo” prima i debiti fino a €.4.000, poi fino a
€.6.000 e così via, fino alla completa utilizzazione delle disponibilità finanziarie stanziate. 
3) OGGETTO DEGLI INTERVENTI
I cittadini che a seguito della presentazione della domanda saranno ammessi al “baratto
amministrativo” per saldare il proprio debito nei confronti del Comune di Cornaredo, dovranno sottoscrivere contratto di collaborazione straordinaria con la Cooperativa appositamente incaricata e svolgeranno sotto la supervisione ed il coordinamento di quest’ultima specifici servizi tra quelli di seguito elencati:
– Verniciatura parti in ferro edifici;
– Pulizia stradale;
– Verniciatura recinzione parchi;
– Pulizia e piccola manutenzione attrezzature aree gioco;
– Pulizia e piccola cartelli stradali altezza uomo;
– Lavori di manutenzione: sistemazione recinzioni, staccionate in legno lungo le strade e le piste ciclabili:
– Riparazione porte e serrature presso scuole o edifici comunali e pulizia pozzetti;
Le attività sopra indicate saranno svolte:
– senza utilizzazione di scale, ponteggi o tra battelli, etc.
– senza l’uso di attrezzi elettrici;
– senza l’uso di attrezzi a lama tagliente;
– senza movimentazione di pozzetti o di altri elementi pesanti;
Per i soggetti con problemi fisici debitamente documentati tramite idonei certificati sanitari, sarà valutata la possibilità di far svolgere servizi diversi da quelli sopra indicati.
Per ogni ora lavorata sarà riconosciuto un compenso di €.10,00, dal quale dovrà essere detratta la ritenuta d’acconto l’irpef nella misura del 20%. La maggiore Irpef eventualmente dovuta dal cittadino in base alla propria aliquota marginale sarà a carico di quest’ultimo in sede di dichiarazione annuale dei redditi.
Il compenso netto orario spettante al cittadino ammesso al “baratto amministrativo”, pari a €.8,00, sarà riversato dalla cooperativa al Comune di Cornaredo a titolo di pagamento del debito pregresso.
Ogni cittadino ammesso alla procedura del “baratto amministrativo” potrà svolgere il numero di ore di attività, a titolo di collaboratore straordinario della cooperativa, necessarie a far maturare il  compenso netto idoneo a saldare il debito pregresso maturato nei confronti del Comune di Cornaredo.
All’atto della presentazione della domanda di partecipazione al “baratto amministrativo”, i cittadini candidati dovranno impegnarsi a sottoscrivere nei confronti della Cooperativa incaricata, prima dell’inizio del rapporto di collaborazione straordinario, apposita liberatoria con la quale autorizzano irrevocabilmente quest’ultima a trattenere loro il compenso netto spettante ed a riversarlo direttamente al Comune di Cornaredo a titolo di rimborso del loro debito pregresso.
La cooperativa incaricata si farà carico di sostenere tutti gli oneri previdenziali, assistenziali ed assicurativi, se ed in quanto dovuti, derivanti dal rapporto di collaborazione straordinaria instaurato con i cittadini partecipanti al “baratto amministrativo”, nonché di fornire le attrezzature di sicurezza per lo svolgimento dei lavori (es.: scarpe e guanti). Il materiale necessario per l’esecuzione dei
lavori sarà invece messo a disposizione dal Comune di Cornaredo.
I giorni e gli orari nei quali i cittadini ammessi al “baratto amministrativo” svolgeranno i servizi previsti nel presente articolo saranno concordati tra la cooperativa incaricata ed i partecipanti stessi in modo tale da svolgere le ore lavorative in un periodo temporale possibilmente limitato e congruo in rapporto all’entità del debito maturato nei confronti del Comune, e si potranno svolgere anche nelle giornate del sabato e nei giorni festivi.
Qualora, nonostante il tentativo di trovare un accordo, la cooperativa ritenga che non vi siano le condizioni per programmare adeguatamente la tempistica e/o le attività da svolgere con uno o più cittadini ammessi al “baratto amministrativo”, quest’ultima provvederà a propria discrezione ad escludere il candidato dalla procedura dandone comunicazione motivata al Comune. Allo stesso si modo si procederà nel caso in cui il cittadino non effettui correttamente i compiti assegnati, non rispetti il programma dei lavori, si assenti in maniera ingiustificata o ripetuta senza validi motivi, e in qualunque altro caso in cui la cooperativa ritenga di non poter proseguire nel rapporto di collaborazione per colpa imputabile al cittadino.
La partecipazione alla presente procedura di “baratto amministrativo” non costituisce in alcun modo instaurazione di rapporto di lavoro di qualsiasi natura con il Comune di Cornaredo.
4) CONTENUTI DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE
Il proponente dovrà indicare nella domanda di ammissione, entro il termine fissato alle ore 18,15di mercoledì 15 novembre 2017, presente avviso domanda di partecipazione all’iniziativa del Comune indicando:
a) generalità completa del proponente;
b) possesso dei requisiti di cui al presente avviso pubblico.
Alla domanda dovrà inoltre essere allegata la certificazione ISEE in corso di validità. 
I CAF al momento presenti sul territorio di Cornaredo per il rilascio, senza costi, della certificazione ISEE, sono i seguenti:
– CAF ACLI – Piazza Chiesa Vecchia 2 – tel.029362236
– CAF NAZIONALE DEL LAVORO – Via Brera 24/B – tel.0293560981 – tel.800589602
A tale scopo dovrà essere compilato esclusivamente il facsimile del modulo di domanda
di partecipazione allegato quale parte integrante del presente bando e pubblicato sul sito Internet istituzionale dell’amministrazione, nonché reso disponibile presso le sedi Comunali aperte al pubblico. La domanda, debitamente compilata unitamente alla copia del documento di identità del richiedente, potrà essere consegnata al Ufficio Protocollo sito in municipio di Piazza Libertà 24 (orari di apertura al pubblico: lunedì, martedì, giovedì e venerdì mattina dalle 8,30 alle 12 – lunedì e mercoledì pomeriggio dalle 17 alle 18,15), oppure spedita tramite servizio postale al Comune di Cornaredo, Ufficio Ragioneria, Piazza Libertà 24 – 20010 – Cornaredo (MI), o all’indirizzo di posta elettronica certificata protocollo@pec.comune.cornaredo.mi.it.
5) LIMITI ECONOMICI E MODALITA’ DI REALIZZAZIONE DEL BARATTO
AMMINISTRATIVO
La somma complessiva che viene messa a disposizione dell’Amministrazione Comunale per il “baratto amministrativo” è pari a € 20.000,00, comprensiva di oneri, dei costi per la sicurezza sul lavoro, del materiale da utilizzare, etc…
6) INIZIO LAVORI
L’inizio dei lavori è previsto a partire dal giorno 20 novembre 2017 e dovrebbe concludersi entro il 31/12/2017.
Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi all’ufficio ragioneria del Comune – Piazza Libertà 24 (tel.0293263206) – ragioneria@comune.cornaredo.mi.it.

Related Post

Lascia un commento