Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
La sistemazione di piazza Cavour è stata finalmente inserita nel piano dei lavori pubblici 2018. Ma con i tempi tecnici da rispettare e i 90 giorni per eseguire l’opera è probabile che non venga pronta prima delle elezioni. Un buon biglietto da visita per il sindaco uscente  Giancarlo Lonati rischia invece di essere sprecato malamente per i soliti ritardi che hanno caratterizzato la sua compagine sin dal suo insediamento. A ogni modo l’intervento è finalizzato all’eliminazione delle barriere architettoniche e ad agevolare i percorsi pedonali. I lavori (103.000 euro) si articolano nella formazione di percorsi pedonali per facilitare il transito dell’utenza debole e favorire l’accesso in municipio, alla chiesa parrocchiale, agli uffici comunali presenti nella piazza e alle attività commerciali. Il progetto prospetta la formazione di uno scivolo con doppia rampa posizionato il prossimità del passaggio coperto al piano terra del palazzo blu.

I restanti passaggi di collegamento tra i vari immobili presenti sulla piazza saranno garantiti, rimuovendo l’attuale pavimentazione in ciottoli presenti nel disegno centrale delle porzioni di pavimento realizzato a quadrotti e posizionando in sostituzione quadretti di porfido in allineamento a quelli già esistenti con la finalità di rendere più uniforme il passaggio e al contempo più agevole per tutti.
I lavori prevedono la demolizione delle parti in ciottoli e la nuova posa di porfido per una superficie complessiva di circa 630 mq come sopra descritto, oltre alle opere per la formazione dello scivolo. Poi la realizzazione di una canalina per la postazione di un quadro elettrico da utilizzare per le feste e gli spettacoli che si organizzano in piazza ed evitare così l’approntamento di cavi provvisori e volanti. Siccome il cantiere comporta l’occupazione di porzioni di area a rotazione si ipotizza lo spostamento temporaneo, in accordo con la polizia locale,  parte delle bancarelle del mercato.
Il progetto preliminare comprende le seguenti fasi di intervento:
il taglio della pavimentazione con fresa a disco, demolizione di parte della pavimentazione in ciottoli e successiva posa di porfido del trentino, in modo da ricostruire i passaggi di collegamento tra i vari fabbricati sopra citati, i passaggi saranno il più possibile livellati e raccordati agli accessi ai fabbricati in modo da facilitare il transito alle persone disabili.
Saranno inoltre realizzate tutte le opere finalizzate al superamento dei dislivelli e i raccordi tra le diverse quote dei manufatti esistenti, garantendo sempre i requisiti previsti dalla normativa sul superamento barriere architettoniche anche accogliendo i suggerimenti delle associazioni presenti sul territorio.
La qualità dei materiali che saranno utilizzati e delle prestazioni previste dal progetto sono state valutate in modo da integrare la tipologia della piazza senza snaturare il progetto originario e di fatto senza modificare l’impatto estetico esistente.

Lascia un commento