Latest News
Latest News
Danilo Patané
Ricevo e pubblico questa nota di Danilo Patané (Forza Italia) sulla gestione della “notte bianca” che andrà in scena sabato 15 luglio. Il coordinatore azzurro ha delle riserve sull’organizzazione della manifestazione che esprime nel suo comunicato.
Per la serata della notte bianca, prendiamo atto con soddisfazione che i nostri dubbi e le nostre osservazioni divulgate dai social media circa i rischi di responsabilità civile e quindi le relative coperture assicurative, nonché le garanzie di pagamento Siae abbiano portato la giunta ad adottare una deliberazione ad hoc datata 4/7/2017. Come sempre  aiutiamo nel nostro piccolo, da semplici cittadini che sorvegliano l’operato di questi amministratori pro tempore a evitarsi qualche figuraccia o rischio concreto di danno patrimoniale. Tuttavia rimane qualcosa ancora da chiarire in particolare il nominativo del responsabile dell’evento… ma abbiamo fiducia che il pubblico e gli operatori interessati lo verranno a sapere magari qualche ora prima che inizi la festa.

Detto questo riamane ancora un dubbio, una perplessità e forse una potenziale violazione alle finanze del Comune; in particolare stiamo parlando di un aspetto che rimane ancora oscuro e che andrebbe approfondito, ossia la pubblicità e le sponsorizzazioni che il soggetto organizzatore dice di voler impiegare al fine di sostenere le spese della festa.
Saremo come sempre attenti a ciò che accadrà e in particolare a chi non essendo un operatore economico di Sedriano  – nei confronti del quale potrebbe giustificarsi un’esenzione –  verrà a fare pubblicità alle proprie merci o servizi senza pagare nemmeno un euro di imposta al concessionario San Marco Spa.
Ma siamo fiduciosi che qualche consigliere comunale di buona volontà potrà approfondire a consuntivo questo aspetto fugando ogni dubbio circa il fatto che l’amministrazione ci mette gli oneri di vigilanza, di posa delle transenne e della pulizia straordinaria del paese, acconsentendo che taluni realizzino un lucro con l’aiuto determinante di questa amministrazione, ma senza pagare oneri che a nostro avviso sarebbero dovuti per sponsor e attività pubblicitaria di operatori che non hanno la propria attività nel nostro paese.  

Lascia un commento