Latest News
Latest News
Via gli storici parcheggi dislocati sulla destra della piastra del mercato e le aiuole ubicate all’ingresso per ridisegnare l’area antistante il Parco Libertà. Le ruspe sono entrate in azione proprio oggi per abbattere il muretto che delimitava i parcheggi dal parco per allargare l’area e ricavarne altrettanti posteggi. Ma l’operazione sembra destinata a suscitare polemiche e critiche, perché i cittadini, almeno da primi commenti, non sembrano entusiasti. Sì, perché alcuni per esempio non riuscendo a capire l’utilità dell’opera le ragioni dell’aumento dei posti macchina in un contesto in cui ridurre la mobilità sarebbe invece l’opzione preferibile, si domandavano ironici se la popolazione fosse improvvisamente cresciuta. Mentre altri si chiedevano non meno sarcastici se i nuovi posteggi fossero al servizio dei residenti del palazzo prospiciente e dei dipendenti della banca che qui è collocata.

Insomma l’intervento non sembra raccogliere il gradimento dei cittadini. Un’opera dunque che modificando la storica fisionomia del parco non sembra rispondere ai propositi migliorativi che l’amministrazione comunale si aspettava. Non meno critico l’ex assessore Lerry Antonini, che invano ha sollecitato al sindaco Yuri Santagostino un’assemblea pubblica per discutere del progetto. “Si è fatto tutto -chiosa Antonini– senza alcun confronto pubblico e la trasparenza amministrativa. Con il raddoppio dei parcheggi vengono vanificati definitivamente gli importanti assi della piazza mercato e del parco prospiciente e si perde tutta l’ispirazione simmetrica della piazza. Un danno architettonico enorme con l’impossibilità di dare completamento a un coerente arredo urbano tra l’altro già definito con un concorso di idee indetto dalla allora giunta Barlocchi“.   

Lascia un commento