Latest News
Latest News

Ermes Garavaglia
Il tempo scorre inesorabile e veloce e se si consideri che la campagna elettorale parte sempre in anticipo sulla scadenza naturale della legislatura (primavera 2018) già da settembre incominceranno le prime schermaglie. E a oggi quello che appare chiaro è soltanto la candidatura a sindaco di Ermes Garavaglia con il nuovo soggetto politico Bareggio nel cuore che ha concorso a fondare. Il resto è tutto da costruire, ma da quel che hanno fatto trapelare Forza Italia e Fratelli d’Italia sarebbero sostanzialmente d’accordo a sostenere la sua candidatura. Ma all’appello manca la Lega nord, che, forte anche del successo nei recenti test elettorali locali, è convinta più che mai a correre da sola. Certo che se dovesse scegliere il candidato sindaco giusto non solo spariglierebbe il centro destra, ma potrebbe andare al ballottaggio e poi giocarsela. Il candidato naturale, considerando che Silvia Scurati è assessora a Corsico e mirando probabilmente più in alto è plausibile che non voglia cimentarsi per non precludersi alcuna possibilità, e Linda Colombo, attuale segretaria cittadina del Carroccio, non è granché conosciuta, pur essendo una stimata professionista, appare Angelo Cozzi.

Sì, Cozzi, che già è stato consigliere comunale e segretario del Carroccio, è molto conosciuto in paese e quel che è importante i cittadini lo vedono come punto di riferimento e cosa non secondaria è in grado di intercettare consensi al di fuori dell’area leghista. Del resto nelle elezioni amministrative conta molto la notorietà e Cozzi ha sicuramente questo requisito che costituisce la vera e determinante differenza nelle tornate elettorali. Una sua eventuale candidatura rimescolerebbe i rapporti di forza nel centro destra e darebbe alla Lega nord maggiore slancio e visibilità. Sul fronte del centro sinistra è tutto in alto mare. Il sindaco uscente Giancarlo Lonati (Pd) vorrebbe farsi da parte e a chi gli chiede se sia intenzionato a ricandidarsi allarga le braccia e fa capire che solo nel caso non si faccia avanti nessuno sarebbe disponibile a scendere nuovamente nell’agone. Ma la sua candidatura non sarebbe un valore aggiunto, com’è solito garantire un sindaco uscente, per la mediocre operatività della sua amministrazione. Intanto le formazioni che stanno alla sua sinistra si sono incontrate per vedere il da farsi e il loro orientamento di massima è trovare un’intesa con Pd. Resta da vedere con quale candidato sindaco in caso di alleanza. Poi ci sono le liste civiche Io amo Bareggio, oggi al governo con il Pd, ma domani chissà… Bareggio 2013 di Monica Gibilllini, Voi con noi e In volo di Enrico Montani e Giuliano Colombo non hanno allo stato manifestato alcun intendimento e un’eventuale coalizione non è da escludere a priori, anche se difficile. Il Movimento 5 Stelle tradizionalmente corre da solo, ma chissà che stavolta non cambi strategia. Se così dovesse accadere si aprirebbero scenari inediti e dall’esito imprevedibile.

Lascia un commento