Latest News
Latest News
Fabrizio Cecchetti

Il presidente del consiglio regionale Fabrizio Cecchetti ha presentato un’interrogazione per chiedere all’assessore Alessandro Sorte che intende fare per ripristinare le linee Movibus soppresse per il periodo estivo e che tanti disagi sono destinati a generare. “La sospensione dal 15 luglio fino al 31 agosto delle linee Z620 e Z601 della Movibus rappresenta un grave danno ai tanti cittadini che anche nei mesi estivi avrebbero utilizzato il servizio per lavorare o studiare”. Il vicepresidente del consiglio regionale della Lombardia Fabrizio Cecchetti (Lega Nord), consapevole degli effetti negativi della sospensione del servizio, ha presentato un’interrogazione al Pirellone per chiedere cosa la Regione intenda fare per risolvere il disservizio, creato da Città metropolitana con la sospensione delle linee di Movibus che collegano Magenta e tutti i Comuni sulla tratta con Molino Dorino a Milano.
“Le linee Movibus Z620 e Z601 sono essenziali per il collegamento del Magentino con il capoluogo lombardo ed è impensabile che Città metropolitana possa azzerare completamente queste linee da metà luglio e per tutto agosto. Viviamo in un contesto che non è più quello degli anni ’60 dove sostanzialmente vi era un blocco totale delle attività lavorative durante i mesi estivi, oggi infatti molta gente lavora anche nei fine settimana di agosto e avrebbe la necessità di utilizzare il servizio. Lavoratori e studenti che restano a piedi  -continua Cecchetti  sono l’effetto dei tagli lineari che il Governo ha fatto al trasporto pubblico locale e della palese incapacità di Città Metropolitana di venire incontro alle esigenze dei cittadini. E’ ora di dire basta a tagli e scelte che vanno a colpire persone che diligentemente lavorano o studiano”. 

L’interrogazione si conclude chiedendo all’assessore regionale cosa si intende compiere per ripristinare i collegamenti oggetti dei tagli o comunque che vengano rimodulati affinché si determini il minor disagio possibile nei confronti dei cittadini.

Related Post

Lascia un commento