Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

Troppo care e senza dettagliate specifiche le bollette recapitate in municipio dall’Enel. Ma il Comune non ci sta e dà incarico a uno studio legale per contestare la pretesa. Una storia controversa, ma tant’è. Certo che quando sono giunte in municipio le due bollette dell’Enel con importi così inusuali (90.749,25 euro in un caso e 3.726,66 euro nell’altro) sono saltati si fa per dire sulla sedia. Cifre del genere non erano state mai notificate. Una mazzata che non poteva essere incassata con nonchalance. Ma, a parte gli importi, la mancanza di una motivazione chiara è parsa molto sospetta agli amministratori. Troppi dubbi per allargare i cordoni della borsa senza reclamare spiegazioni.
Infatti in municipio hanno trovato che gli importi, oltre che considerevoli, risultano peraltro fatturati dopo anni di distanza con semplici motivazioni, quali “conguaglio”, oppure “calcoli di rettifica” e per di più senza una definita e specifica motivazione supportata da consumi certificati con misurazione per singola utenza e senza possibilità di verificare i consumi. Non solo. Le descrizioni addirittura incomprensibili e prive di una specificazione dettagliata del loro significato. Un braccio di ferro inevitabile. Chissà come andrà a finire? 

Related Post

Lascia un commento