Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Ben 600 persone hanno aderito sabato 17 in occasione della 6^ edizione della “Buona notte bianca” all’iniziativa AMAtriciana solidale, promossa dall’amministrazione comunale per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto. Il ricavato (3.000 euro)sarà devoluto all’associazione Save the Children per la costruzione di un nuovo centro socio educativo accanto alla scuola di Amatrice, nella frazione di San Cipriano.

L’evento è stato organizzato dal Comune con la collaborazione di diverse realtà cittadine: la Fondazione Restelli  e la ditta Ristorazione Oggi, che si occupa del servizio di ristorazione presso la Casa di Riposo Perini, hanno offerto l’amatriciana; Anpi e Avis Rho hanno aiutato con l’organizzazione. Assessori, consiglieri comunali, tra cui tutti i consiglieri giovani, e dipendenti comunali hanno partecipato come volontari muniti di guanti e grembiule per distribuire i tanti piatti fumanti di amatriciana. L’offerta minima per un piatto di “Amatriciana solidale”  era di 5 euro. “Ringrazio i cittadini rhodensi -afferma i sindaco Pietro Romano– per la generosità dimostrata e tutti i volontari, tra cui gli assessori, i consiglieri comunali anche di opposizione e i dipendenti, che si sono rimboccati le maniche per la buona riuscita dell’iniziativa e in particolare la Fondazione Restelli, la società Ristorazione Oggi, l’Anpi e l’Avis. Adesso si provvederà a versare l’intero ricavato al progetto di Save the Children per la costruzione di un nuovo centro socio-educativo accanto alla scuola di Amatrice, nella frazione di San Cipriano. Il progetto rivolto ai bambini si sposa con le mie convinzioni: i bambini di Amatrice hanno bisogno di essere accompagnati con attenzione alla crescita e alla realizzazione di una vita serena, che permetta di ricostruire il proprio paese e di dimenticare la tragedia del terremoto. Vi terremo informati sulle fasi di realizzazione”.

Related Post

Lascia un commento