Latest News
Latest News

Per il Movimento 5 Stelle non è un mistero che l’amministrazione comunale navighi a vista sia per la mancanza di attori all’altezza del ruolo affidatogli che per la scarsa coesione fra le forze politiche che compongo la maggioranza. Da qui questo suo comunicato che pubblico.   
Nel consiglio comunale del 30 gennaio abbiamo assistito all’ennesima commedia, per la quale dobbiamo ancora individuare un aggettivo che la definisca appieno. Massima confusione della maggioranza e del sindaco ben supportati dalla guida con mano malferma e piglio indeciso del presidente del consiglio comunale al quale innanzitutto chiediamo: perché porre ben 15 punti all’OdG quando si sa benissimo che la maggior parte di questi verranno rinviati? A questo aggiungiamo che le 2 proposte di deliberazione che la maggioranza ha portato in consiglio riguardanti il progetto di scissione di Cap Holding e la proroga della convenzione del CST – Distretto del Magentino contengono evidenti errori e se nel primo caso il sindaco se ne è accorto per tempo ed ha quindi proposto un emendamento, nel secondo caso, a seguito della segnalazione del nostro consigliere Simone Ligorio, e dopo un evidente momento di imbarazzo della maggioranza, è stato votato il rinvio del punto da tutte le forze di maggioranza TRANNE IL SINDACO CHE HA VOTATO A FAVORE, in disaccordo con i suoi.
Questa è l’ennesima dimostrazione che questa amministrazione naviga a vista accompagnata dalla colonna sonora di un’Orietta Berti d’altri tempi “fin che la barca va…. lasciala andare, fin che la barca va…. tu non remare…”, senza nessuno al timone come un vecchio veliero rolla, beccheggia e quasi scuffia alla minima onda. Probabilmente, dato che questa amministrazione si vanta di essere l’amministrazione della partecipazione, ritiene che trasformare il Consiglio Comunale in una “commedia degli equivoci” con continue gag e frequenti motivi di ilarità sia un modo per interessare i cittadini che, potendosi divertire, sono incentivati a partecipare. Purtroppo oltre a non registrare la partecipazione di pubblico sperata, si assiste a continui rinvii, perdite di tempo e ritardi dei lavori. Ed infatti, quando si doveva discutere un’altra nostra mozione che riguarda l’adesione del Comune di Bareggio al Manifesto dei Sindaci contro il Gioco d’Azzardo (mozione presentata già al consiglio comunale di novembre, rinviata a dicembre e poi a gennaio), essendo terminato il tempo massimo dedicato alla discussione delle mozioni è stato disposto l’ennesimo rinvio. Ma questo tema è estremamente sensibile come è evidente anche dall’indagine che Settegiorni ha pubblicato nell’ultima edizione nella quale apprendiamo anche che a Bareggio, lo scorso 22 gennaio si è costituito il comitato “Mettiamoci in gioco” al quale diamo da subito il nostro apprezzamento e disponibilità a collaborare.

Related Post

Lascia un commento