Latest News
Latest News
Ricevo e pubblico questo comunicato di Giacomo Manfredi, candidato sindaco alle primarie del centro-sinistra.
Il 2 marzo si terranno le elezioni primarie per la scelta del candidato sindaco per il centro sinistra di Cornaredo. Viviamo in una città trascurata dai nostri amministratori, in stato di evidente degrado e carente per quanto riguarda gli interventi per i cittadini, che in questi anni hanno subito la crisi economica.
La disoccupazione sta aumentando nella nostra città, e mette a dura prova gli uffici dei servizi sociali, che cercano di tamponare la situazione con il pagamento delle bollette o dell’affitto. Molti cittadini hanno già bussato anche alle porte della Caritas o fatto richiesta per il Fondo famiglia della Diocesi. Viviamo in un Comune dove l’amministrazione uscente non ha messo in campo nessun intervento significativo, non per risolvere, ma nemmeno per alleviare la situazione.

L’ infelice decisione di chiudere il centro di aggregazione giovanile presa dalla giunta uscente, ha fatto si che non vi sia una programmazione efficace per le politiche giovanili; le uniche realtà presenti che svolgono un vero ruolo sociale per i giovani sono gli oratori di Cornaredo e San Pietro e non possiamo più permetterci di lasciare sole queste realtà. Si rende quindi necessaria la creazione di sinergie tra pubblico e privato sociale che coinvolga il mondo del volontariato cittadino, ma in cui il Comune non stia più a guardare ma sia parte attiva e propositiva.

Mi candido anche per fare in modo che sia prioritaria nell’agenda dell’amministrazione comunale la problematica lavorativa e ci si ponga come parte attiva per ricostruire un tessuto industriale sul territorio, dalla media impresa fino al piccolo artigiano, mettendo in campo politiche di recupero delle aree industriali dismesse,  puntando su progetti di riqualificazione basati sulle energie alternative, sulla creazione di start-up di impresa e di co-working per i giovani, e sperimentando iniziative di microcredito e di accesso al credito bancario per le realtà produttive del nostro Comune.
Cornaredo, cambiamola davvero. 
 

Lascia un commento