Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
La data non è stata ancora fissata, ma il Partito democratico ha deciso che il candidato sindaco per le elezioni comunali della prossima primavera venga scelto con le primarie.  La scelta – a quanto fa sapere il Pd dal suo sito- è maturata dopo un percorso che ha visto impegnata una commissione di lavoro sulle candidature, un ampio dibattito nell’assemblea degli iscritti del 25 novembre e diversi momenti di confronto all’interno del partito. Il proposito è quello di convincere gli alleati a fare insieme le elezioni primarie per la scelta del candidato sindaco della coalizione di centro sinistra, un metodo che non solo consente di dare voce ai cittadini ma li invita a partecipare e decidere. Intanto il Pd avverte che “in queste settimane è fortemente impegnato nella elaborazione del programma amministrativo di cambiamento che sarà la base del confronto con le altre forze politiche che vorranno allearsi con noi. 

Pensiamo così di dare seguito all’impegno di voltare pagina per dare una nuova amministrazione alla città, che sappia affrontare i gravi problemi dell’oggi, ma anche progettare il futuro con la più ampia partecipazione dei cittadini”. Ma quali sono i punti fondanti del programma? Il Pd informa che sta lavorando “sui temi dell’occupazione e dell’economia locale, della scuola, dei servizi sociali rivolti alle fasce più deboli della popolazione, delle infrastrutture e dei servizi connessi alla viabilità e alla mobilità; dell’ambiente, del territorio e dell’edilizia convenzionata e privata e, infine, delle politiche di bilancio necessarie a trovare le risorse senza gravare ulteriormente sulle famiglie e sulle imprese”. Non è tutto. ha pure pensato di lanciare un questionario on line per raccogliere  consigli, osservazioni, critiche utili per costruire insieme il programma delle prossime elezioni comunali.

Related Post

Lascia un commento