Latest News
Latest News

L’amministrazione comunale ha incontrato gli agricoltori e le guardie ambientali per concordare e facilitare l’ottemperanza all’ordinanza per il taglio dell’ambrosia. 
La riunione, che si è tenuta venerdì 12, è servita a presentare l’ordinanza e spiegare l’esigenza che la prescrizione venga rispettata senza ricorrere a interventi sanzionatori (multe sino a 500 euro). L’obiettivo è giungere a una convergenza di intenti fra pubblico e privati per conseguire la massima efficacia in uno spirito di fattiva collaborazione. La sensibilizzazione è fondamentale per scongiurare interventi drastici e far sì che gli sfalci siano eseguiti come stabilito dall’ordinanza.
“Nell’incontro -afferma l’assessore Danilo Patané– abbiamo convenuto modalità e forme di controllo, nonché spiegato che gli sfalci vanno effettuati prima della maturazione delle infiorescenze e assolutamente prima dell’emissione di polline, con un’altezza di taglio più bassa possibile. I tagli vanno eseguiti nell’ultima settimana di luglio e tra la fine della seconda decade e l’inizio della terza decade di agosto, ma se la piovosità favorisse la ricrescita della pianta anche a settembre”. Non è tutto. Anche i cittadini sono invitati a eseguire una periodica e accurata pulizia da ogni tipo di erba presente negli spazi aperti (cortili, parcheggi, marciapiedi interni, ecc.) di propria pertinenza. Ma anche a seminar ei propri terreni con colture intensive per impedire all’ambrosia di crescere.

Lascia un commento