Latest News
Latest News
L’amministrazione comunale ha presentato il programma di sostegno e rilancio del commercio cittadino, predisposto dall’Unione commercianti locale. 
Si tratta di un progetto articolato la cui realizzazione sarà possibile grazie ai fondi messi a disposizione da Bennet in seguito alla convenzione con il Comune. “La convenzione siglata nel 2009 -spiega il sindaco Luciano Bassani- prevedeva una somma di 440mila euro da destinare ad iniziative di sostegno al commercio locale. L’amministrazione poteva quindi decidere di gestire in proprio questo fondo, oppure coinvolgere sin dal principio l’Unione commercianti. Abbiamo optato per questa seconda strada, per avviare un percorso condiviso”. Dopo diversi incontri, l’Unione commercianti ha dato un incarico alla società Creative-Farm, la quale ha elaborato un piano di azione”.
Il piano si sviluppa nelle seguenti fasi:
Creazione di un logo che caratterizzerà tutte le iniziative promosse dall’Unione Commercio sul territorio (e che apparirà su manifesti, locandine, brochure, volantini).
Realizzazione di un sito aggiornato (www.cornaredoshopping.it) che sarà attivo dalla metà di giugno 2013 e che proporrà (a partire dal mese di ottobre prossimo) anche una vendita on line da parte dei negozianti aderenti.
Organizzazione di una serie di iniziative sul territorio suddivise per cicli: il primo ciclo sarà quello del periodo giugno-dicembre 2013.
   Un corso di marketing ed economia di due giornate, gratuito per i commercianti cornaredesi, presso l’Università Bocconi.
L’introduzione di “coupon” da distribuire alla clientela per l’acquisto in negozio a prezzi vantaggiosi.
“Tutte queste azioni serviranno a sostenere il commercio -dichiara il rappresentante dei commercianti– ma poi è giusto che siano i singoli esercenti a sfruttare al meglio l’occasione per un rilancio della propria attività. Vogliamo ringraziare l’amministrazione comunale per averci affiancato nel progetto e per la collaborazione e la disponibilità dimostrate nell’organizzazione delle iniziative che ci apprestiamo a proporre in paese”.
La prima di queste iniziative sarà la notte bianca del commercio, che darà ufficialmente il via al progetto (con la presentazione del logo, del sito, ecc). Si tratta di una serata di apertura dei negozi, dalle 20 alle 24, stabilita per il 14 giugno prossimo sia a Cornaredo che a San Pietro all’Olmo: per attirare i cornaredesi e non solo, oltre ai negozi aperti, i centri saranno chiusi al traffico e saranno animati con intrattenimenti vari (spettacoli, musica, esibizioni). La “notte bianca del commercio” farà da traino al secondo evento in programma, ovvero quello denominato “Cornaredo e San Pietro sotto le stelle”, che prevede aperture serali dei negozi (dalle 21 alle 23) e manifestazioni di contorno nelle serate di giovedì a Cornaredo (piazza Libertà) e di venerdì a San Pietro (area del centro chiusa al traffico), nel periodo compreso tra il 20 giugno e il 19 luglio. In queste serate ci saranno in calendario esibizioni musicali e la distribuzione dei “coupon”, per avvantaggiare anche gli esercizi commerciali che non rientrano nell’area adibita allo spettacolo stesso. 
“Lo scopo è quello di creare un flusso di gente per le vie dello shopping -spiega l’assessore al commercio Gabriele Montrasio– e di dare ai nostri concittadini un motivo in più per fare una passeggia  serale nel periodo estivo. Poi saranno i commercianti a dover avanzare proposte coinvolgenti per attirare possibili clienti”.
Chiuderà questo primo ciclo di iniziative la manifestazione in programma nel mese di dicembre (la data è ancora da individuare): coinvolgerà le famiglie e si svolgerà alla Filanda (anche in questa occasione verranno distribuiti i “coupon”).
Un’ultima considerazione riguarda l’aspetto “sociale” della collaborazione tra Amministrazione comunale e Unione Commercianti. “Oltre al sostegno del commercio urbano e al tentativo di far vivere le piazze e le strade del nostro Comune -conclude l’assessore Montrasio- è importante segnalare l’impegno sociale dei negozianti nei confronti della collettività, impegno volto ad acquistare un automezzo da destinare all’associazione “Tempo opportuno” per il trasporto di persone anziane, oltre a fornire buoni per acquisti di beni di prima necessità che l’amministrazione comunale, tramite i servizi sociali, destinerà alle persone in difficoltà economica”.


Lascia un commento