Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
La lista Insieme per la libertà è uscita sconfitta dalle urne, ma non getta la spugna. Anzi rilancia la sua sfida. Ecco le sue verità che abbiamo ripreso dal suo sito.
“Bagini non ha la maggioranza dei consensi dei vittuonesi!
Questa affermazione è vera perché come ribadito in consiglio comunale dal nostro capogruppo Enzo Tenti e ripreso dal nostro gruppo sul sito, dai risultati elettorali i numeri e non certo Wikipedia (fonte “attendibile” su cui si affida il consigliere in questione) dicono con chiarezza che l’attuale maggioranza (che da legge elettorale risulta tale) non ha ottenuto la maggioranza assoluta dei consensi dei cittadini vittuonesi ed infatti il 47,9% preso dalla lista Bagini non è il 50% +1 che darebbe anche dal punto di vista dei consensi una maggioranza piena.

E’ logico che Bagini e la sua compagine abbiamo la maggioranza in consiglio comunale questo perché la legge elettorale maggioritaria nei comuni sotto ai 15.000 abitanti non prevede ballottaggio e pertanto anche con solo un voto in più si ottiene la maggioranza dei seggi. Ma questa analisi del voto forse è troppo difficile da capire da parte di qualcuno.
Maggioranza elettorale tra tutte le liste  = Maggioranza in consiglio (nel nostro caso 47,9%)
Maggioranza dei consensi tra gli elettori = 50%+1 dei voti presi da una sola lista indipendentemente dal numero di liste presenti (cosa che a Vittuone a oggi non c’è).
I fuochi artificiali sono stati sparati dal parco di Villa Venini per propaganda politica!
Per quanto riguarda lo sparo di fuochi artificiali dal parco di Villa Venini abbiamo subito detto anche noi che eravamo certi che non ci fosse stata autorizzazione da parte dell’Amministrazione comunale che tra l’altro ha confermato la cosa, ma certamente non possiamo non essere più che certi che sia stata fatta ad opera di qualche affezionato supporters della sinistra e alcune risatine in consiglio da parte di alcuni tra il pubblico non possono che confermare la cosa. Chiediamo da parte dell’amministrazione più attenzione della cosa pubblica visto che il parco secolare e la Villa stessa potrebbero  essere messe in pericolo in caso di eventuali danni provocati dal fuoco.
Per quanto riguarda certe voci che circolano in paese possiamo solo confermare che l’ex assessore Bartezzaghi è stato chiamato per rimuovere e portar via il crocefisso e la foto del cardinale presente nel suo ufficio perché di non interesse da parte dei nuovi amministratori che hanno avuto in consegna l’ufficio.
Per quanto riguarda le altre voci beh! Augurandoci che tutti gli anziani sopravvivano finché il buon Dio lo vorrà non è nostra la voce messa in giro che vede la vecchia guardia della sinistra già in fibrillazione con i ‘nuovi’ ed il sindaco su alcuni temi importanti, sono voci di persone ben più informati di noi. Comunque sia il tempo è galantuomo e ci dirà la sua verità”.
2 thoughts on “VITTUONE Insieme per la libertà, rilancia la sfida: “Bagini ha vinto, ma non ha la maggioranza dei consensi””

Lascia un commento