Latest News
Latest News
Dramma o gioia? Le elezioni che oggi pomeriggio incoroneranno il nuovo sindaco si annunciano nel doppio ambivalente segno del dramma e della gioia incontenibile. Sì, perché se Enzo Tenti dovesse uscire soccombente dalle urne sarà per lui un tremendo choc e per il suo gruppo che da 15 anni dominano incontrastati la scena politica. Una sconfitta che lascerebbe per davvero in senso figurato “morti e feriti”, perché di colpo il gruppo dominante che in questi anni si è esercitato con grande determinazione e maestria a detenere il potere si ritroverebbe con un pugno di mosche in mano, senza un ruolo e un’identità politica e con le possibili rivalse degli avversari essendo nel posto di comando.

Un dramma, appunto. Per Tenti non sarebbe come i suoi avversari che spenti i riflettori delle elezioni non avendo alcun interesse da difendere non hanno alcuna disagio a tornare tranquillamente nella vita di tutti i giorni. Sparire dai manifesti e dall’atmosfera luccicante della campagna elettorale è solo un evento fisiologico. Ma per Tenti e compagni non è così.  Per il dottor Fabrizio Bagini (Cambiare, Insieme), che è l’antagonista più accreditato a soffiargli il posto, non è un dramma tornare dai suoi pazienti e alla professione medica. Potrà tutt’al più dire è stata una bella ed entusiasmante esperienza, che gli ha dato tanto e tolto nulla. Insomma nulla di drammatico. Ma se dovesse vincere una grande gioia e l’inizio di una nuova politica per Vittuone. La stessa cosa vale per Immacolata Cusmai (Udc) e per Elena Lovati (Lega nord). Tuttavia se si fa un raffronto con il 2007 quando Tenti in alleanza con la Lega nord aveva vinto con 858 voti di scarto è favorito, ma oggi lo scenario è completato mutato sia perché Carroccio e Udc sono andati da soli alle urne sia per la situazione generale che non vede più il Pdl con il vento in poppa.  La partita è aperta con un doppio segno: dramma o felicità. Ancora poche ore, poi si saprà se i giochi pirotecnici di Tenti e della sua lista per la chiusura della campagna elettorale sono stati graditi o meno dagli elettori.

4 thoughts on “VITTUONE Fra poche ore il nuovo sindaco: felicità o tragedia?”
  1. Sinceramente mi auguro che sia un dramma.
    Non riesco nemmeno io ad immaginare IPL fuori dai riflettori e dalla gestione del potere.
    Che accadrà?
    Faranno politica fra i cittadini?
    Si eclisseranno?
    Tenti tenterà (scusate il gioco di parole , ma non è colpa mia) la scalata in provincia, più probabile regione o addirittura nazionale?
    Ancora poche ore ..
    Credo che già alle 17.00 si posa avere un quadro definitivo.

Lascia un commento