Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Il Carroccio ha impostato la campagna all’insegna del “coraggio di cambiare” e non poteva essere diversamente dopo lo strappo con il sindaco Enzo Tenti e il Pdl. E la chiude con un appello forte ai vittuonesi a dargli fiducia, perché scegliendolo non solo non è un voto perso né tantomeno inutile, ma è  chiara  condivisione di idee, di programma e di persone.  Una presa di posizione netta e precisa per premiare appunto il “coraggio di cambiare”. Intanto la Lega nord dà appuntamento a domani sera, venerdì 4, alle 19, in piazza Sironi (mercato) per la festa di chiusura con la partecipazione del candidato sindaco Elena Lovati con la sua lista, del sindaco di Marcallo con Casone Massimo Olivares e del senatore Massimo Garavaglia.

Una serata in cui si parlerà di elezioni, di politica e degli impegni per Vittuone e non solo…; anche ballo liscio, salamelle, birra e patatine gratis e alle 20,30 animazione e truccabimbi con  il mago Diego. Insomma fra le file del Carroccio c’è fiducia che qualunque sia l’esito finale la scelta di correre da sola è stata giusta e darà i suoi frutti. “Il coraggio di cambiare -afferma Elena Lovati– è la condizione per dare una svolta vera a Vittuone e noi ci siamo proprio per questo. Per noi la politica è uno strumento per l’amministrazione del bene comune, in modo lineare, limpido e condiviso e non altro. Il centro della politica è rappresentato dal cittadino, dai suoi legittimi interessi e dai suoi diritti”.

Ma perché votare Lovati e non gli altri?
“Semplicemente -spiega Lovati– perche le nostre ragioni vanno al cuore dei problemi:
– Palazzo + servizi
Svolta decisa al modo di intendere l’amministrazione, come gestione del bene pubblico al servizio del cittadino mettendolo al centro dell’azione del comune e potenziamento dei servizi.
– Centri commerciali + negozi.
La Lega ha da sempre rivalutato il tessuto sociale ed economico credendo che il paese vada vissuto nel suo centro storico, religioso e politico.
– Cattedrali nel deserto + adeguamento edifici già presenti.
Quello che c’è già funziona, miglioriamolo potenziandolo e rivalutandolo.
– Paese dormitorio + tradizioni e iniziative per tutti.
Paese vissuto con iniziative nuove e ripresa delle tradizioni vittuonesi.
– Giovani fuori paese + locali e musica per i giovani.
Luoghi di ritrovo dove stare, progettare, suonare, divertirsi insieme.
E in fondo perché non affidare a una donna il cambiamento?
One thought on “VITTUONE Elena Lovati: “Solo la Lega nord garantisce il vero cambiamento”, ma è il coraggio di cambiare è”
  1. Prima col PdL; adesso da soli; domani, magari, ancora col PdL.
    E vai col cambiamento leghista!
    Intanto, il Trota si prende una laurea al giorno (tutte rigorosamente extraitaliane, per coerenza!); il Belsito organizza viaggi solo andata in Tanzania; la Mauro arruola nuovi chauffeurs tuttofare; e il Bossi senior, bofonchiando, prima si fa fare il bacetto dal Robertino Maroni poi, quando il malcapitato si gira, lo prende per il c… e si ricandida.
    Per il cambiamento, ovviamente. E' la nuova linea.

Lascia un commento