Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Sui costi della politica si favoleggia per scatenare le peggiori pulsioni popolari. Andrea Donà del Pd mi ha fornito questa analisi comparativa tra Italia, Francia, Germania, Spagna e Regno Unito che dà conto dei costi reali della politica che pubblico volentieri.  

Italia: i rimborsi elettorali ammontavano a 289,8 milioni nel 2010 (4,53 euro/abitante); sono scesi a 189,2 milioni nel 2011 e 2012 (2,97 euro/abitante); con i tagli già decisi con il decreto-legge 78/2010 e il decreto-legge 98/2011 si scenderà a 165 milioni nel 2013, 153 milioni nel 2014 e 143 milioni dal 2015 (2,32 euro/abitante).  
N.B. La prosecuzione dei rimborsi in caso di fine anticipata della legislatura è stata abolita dal decreto-legge 98/2011. 

Francia (sussidio e rimborsi elettorali): 160,3 milioni (2,46 euro/abitante). L’ammontare individuato dalla legge finanziaria è ripartito in due frazioni eguali: la prima frazione è destinata ai partiti politici in funzione dei voti ottenuti in occasione delle ultime elezioni per il rinnovo dell’Assemblea nazionale. Requisito per l’accesso al contributo è che il partito abbia presentato candidati in almeno 50 circoscrizioni che abbiano ottenuto almeno l’1% dei voti espressi in tali circoscrizioni; la seconda frazione è destinata ai partiti politici in funzione della loro rappresentanza parlamentare. Nel 2010 l’ammontare di tale contributo è stato di circa 74, 8 milioni di euro. 
Germania(rimborsi elettorali e contributi alle fondazioni di partito): 461 milioni(5,64 euro/abitante). Per i soli partiti (escluse quindi le fondazioni politiche), la legge stabilisce un limite assoluto ai contributi annuali federali (absolute Obergrenze): il finanziamento pubblico complessivo non può superare i 133 milioni di euro.
Spagna(finanziamento e rimborsi elettorali): 131 milioni (2,84 euro/abitante). Esistono cinque forme di finanziamento pubblico a partiti politici, federazioni, coalizioni o gruppi di elettori: a) le sovvenzioni pubbliche conferite a titolo di rimborso delle spese elettorali; b) le sovvenzioni statali annuali per le spese generali di funzionamento; c) le sovvenzioni annuali stabilite dalle Comunità autonome per le spese generali di funzionamento nel proprio ambito territoriale; d) le sovvenzioni straordinarie per la realizzazione di campagne di propaganda in occasione dello svolgimento di referendum; e) gli apporti che i partiti politici possono ricevere dai gruppi parlamentari delle Camere, delle Assemblee legislative delle Comunità autonome e dai gruppi di rappresentanza negli organi degli enti locali. 
Nel Regno Unito il finanziamento avviene solo per i partiti di opposizione per compensare i vantaggi che la maggioranza trae per essere al governo: 9,4 milioni (0,15 euro/abitante). Grande importanza viene rivestita dal finanziamento indiretto ai partiti politici ovvero l’offerta di servizi e agevolazioni per i candidati alle elezioni politiche.Tra queste la più rilevante (prevista dal Communications Act 2003) è la concessione di spazi televisivi e radiofonici per la propaganda politica sia durante la legislatura (party political broadcasts) sia durante la campagna elettorale (party election broadcasts). Si tratta di un sussidio pubblico indiretto valutabile tra i 3 e i 10 milioni di sterline annue, che si accompagna al divieto di acquistare ulteriori spazi televisivi per fare pubblicità. 
*** Lo studio comparativo è stato effettuato da linkiesta.it *** ApprofondimentoBersani sul dimezzamento dei rimborsi ai partiti *****
One thought on “BAREGGIO Pd, ecco i costi della politica: verità e mistificazioni”
  1. Difendo il finanziamento pubblico.
    Penso che il primo partito d'Italia come capofila a voler coinvolgere la politica tutta, nell'attendere le piu che adeguate e opportune correzioni in materia nei prossimi 2 anni a venire, potrebbe devolvere biona parte della terza tranche di luglio in un fondo per il sociale.
    Il rinnovamento delle coscienze deve riguardare tutti e tutta la politica ne guadagnerebbe in credibilita'

    Ivan

Lascia un commento