Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Anche il sindaco Alfredo Celeste ha firmato la petizione promossa dal Comitato intercomunale per la pace contro l’acquisto di 90 cacciabombardieri nucleari F-35. 
La decisione di sottoscrivere la petizione, che sarà poi inviata al Parlamento dove si sta discutendo della riforma delle forze armate, è scaturita dalla consapevolezza che spendere 10 miliardi e passa in questo momento di grave crisi non è la scelta più opportuna. 
“Ho firmato -spiega il sindaco Celeste-, perché ho trovato molto stridente impegnare una somma considerevole per comprare queste micidiali armi da guerra con la difficile situazione economica che sta vivendo il Paese. Poi per un sindaco che si trova ad applicare Imu e Irpef non è semplice farsi una ragione per  così ingenti spese militari che non sembrano né urgenti né necessarie. Ho aderito di buon grado alla campagna, perché bisogna dare un segnale forte aldilà del colore politico di appartenenza”. La questione approderà anche in consiglio comunale, poiché i promotori sono intenzionati a proporre un’apposita mozione contro l’acquisto degli F-35.

Lascia un commento