Latest News
Latest News

Neppure su temi che sono di interesse comune c’è intesa fra maggioranza e opposizione. Infatti anche sul prolungamento della metropolitana sino a Magenta si è trovata unità. L’Odg presentato dal Pd ha finito per dividere. Troppo per la maggioranza che si è lanciata in un duro attacco. “Ancora una volta i consiglieri del Partito democratico hanno dimostrato quanto poco interesse abbiano per Bareggio e per i suoi problemi e quanto il loro obiettivo sia denigrare e sminuire il lavoro dell’avversario politico anche quando è oggettivo”. Il capogruppo leghista Giuseppe Sisti al termine del consiglio comunale di ieri sera è molto critico. E continua. “Abbiamo avuto l’ennesima riprova -afferma Sisti– durante la discussione dell’ordine del giorno presentato dal Pd sul prolungamento della Metropolitana nel Magentino. Una bella cosa, una delle più belle proposte dal Pd in questi anni: peccato che non l’abbiano fatta loro, troppo impegnati a controllare come si veste la gente, ma si tratta di un documento sovracomunale, che viene proposto in tutti i Comuni lungo l’asse dell’ex Statale 11.

Tralasciando questo aspetto, con l’obiettivo di votare il loro ordine del giorno visto che si parlava di un tema importante per il futuro di Bareggio, abbiamo presentato un emendamento per specificare che l’ordine del giorno approvato all’unanimità in consiglio regionale nel 2018 era stato presentato dal nostro consigliere regionale bareggese Silvia Scurati, grazie al quale di fatto è ripartito l’iter. Ordine del giorno che infatti è stato inserito poi nello schema di accordo di programma. Ma piuttosto che mettere per iscritto qualcosa di oggettivo e istituzionale, nel tentativo disperato di mettere una bandierina che non gli appartiene, hanno preferito ritirare l’ordine del giorno, dimostrando quanto tengono davvero alla metropolitana e ai problemi di Bareggio. Comunque stiano tranquilli: visto il ritiro abbiamo presentato oggi stesso un Odg per il prossimo consiglio comunale, perché la tematica è fondamentale per tutto il Magentino”. “Non commento l’atteggiamento del Pd -aggiunge il consigliere comunale e regionale Silvia Scurati– perché parla da solo ed evidenzia che a loro non importa certo dell’oggetto che era in discussione. Posso dire solo dire che sono orgogliosa che dal primo giorno che sono entrata a fare parte del consiglio regionale lombardo di avere lavorato per il mio territorio e su questo lascio parlare gli atti amministrativi. Ringrazio il gruppo Lega che con alto senso delle istituzioni ha provveduto a ripresentare per la prossima seduta il testo dell’ordine del giorno, anche per sollecitare il Comune di Milano, ente attuatore, a riprendere il lavoro che la Regione ha avviato”.

Lascia un commento