Latest News
Latest News
Da tempo molti abitanti di Vittuone si lamentano dello stato di degrado in cui si trova il paese. I cittadini non sono contenti di come viene gestito il bene comune e quindi si affidano anche ai social per segnalare i frequenti disservizi. Il Partito democratico, facendosi portavoce del malcontento dei vittuonesi, segnala disservizi, carenze e inadempienze. Manutenzione delle strade e marciapiedi; manutenzione degli edifici scolastici; richiesta di derattizzazione in diverse zone del paese; abbandono selvaggio dei rifiuti sul territorio comunale. E il Comune che fa? Se la cava, secondo il Pd, con un banale “non abbiamo soldi”. Il che, sempre secondo il Pd, innesca un incredibile paradosso: come mai l’amministrazione non riesce a trovare il denaro per rispondere alle richieste dei cittadini, ma non fa nulla per recuperare i crediti che vanta nei confronti di chi ha costruito il centro commerciale il Destriero che ammonterebbero a circa 1.000.000 euro (per opere di urbanizzazione mai eseguite).

Noi come Partito democratico più volte denunciato questa mancanza nella gestione del bene comune senza mai ottenere spiegazioni. Ma ora la stessa amministrazione permette addirittura l’ampliamento del Destriero senza avere ottenuto dal costruttore ne le opere e nemmeno i soldi in compensazione. Ora con stupore apprendiamo (fonti dell’amministrazione) che dovranno essere recuperati dal bilancio comunale ben 250.000 euro per un primo intervento di messa in sicurezza del tetto di Villa Venini. Ci chiediamo… ma l’ordinanza dello scorso anno che imponeva al lottizzante (Tecno- in Srl) e la coobbligata (Chanel) di intervenire direttamente e in tempi brevissimi alla sistemazione di tutta la villa, che risultati ha portato, visto che oggi il Comune deve finanziare direttamente questi lavori per non incorrere, come proprietario, in sanzioni derivanti dal mancato intervento di manutenzione su beni architettonici vincolati dalla soprintendenza. E ancora, se i lottizzanti non sono in grado di intervenire, investendo 250.000 euro per la messa in sicurezza, chi si farà carico della ristrutturazione completa della villa (valutata oltre 10.000.000) euro? Una battuta…. regalarla al FAI? (Fondo Ambiente Italiano). Abbastanza -chiosa il Pd– per denunciare che a Vittuone non ci si può  permetterci un’amministrazione così inoperosa e assente, non è più possibile vivere alla giornata ignorando i problemi della nostra comunità.

Lascia un commento