Latest News
Latest News

Anche quest’anno, Comune di Cornaredo, assessorato alla cultura e all’ambiente, biblioteca comunale “M.T. Bernasconi” e Associazione culturale teatrale Musicale “Maestro Rodolfo Acunto”  presentano la “Seconda edizione 2019 – Cornaredo Poesia Festival­ Interminati Spazi diVersi”. Ma ricorrendo il decennale della scomparsa della poetessa Alda Merini, nella Cascina Favaglie San Rocco, dove nel 2010 venne  piantato un albero nel “Bosco dei poeti” in suo onore, verrà celebrata, dalle 16, la “Cantata per Alda”, dove ognuno potrà regalare alla platea un proprio scritto e/o poesia  o recitare poesie della poetessa. Dalle 18, gli storici e unici i locali della ghiacciaia diventeranno il palco inconsueto di Cornaredo – Poetry Slam -, evento attesissimo dopo il successo dello scorso anno. Il poeta cornaredese Gianfranco Brusasca (felice di questa continuità poetica che l’ha visto iniziatore popolare e protagonista in Cornaredo della diffusione della creatività poetica, ormai  da più di 20 anni, con diversi eventi  in Cornaredo stessa e non solo fra cui il suo  primo evento assoluto del 1° dicembre 1998 denominato “Il senso della poesia alle soglie del 2000 – Le ore mute” in collaborazione con la biblioteca comunale)  non ha mancato di proporre all’organizzazione di questa seconda edizione, nello specifico in collaborazione con l’Associazione Culturale Teatrale Musicale “Maestro Rodolfo Acunto”, di ricordare la figura poetica di Alda Merini nel decimo anniversario della sua scomparsa.
Si deve alla proposta di Brusasca se nel 2010 è stato istituito il “Bosco dei Poeti”, dedicando  il primo albero ad Alda Merini, piantumato nell’area boschiva della Cascina Favaglie – Museo Contadino, Associazione Italia Nostra con il patrocinio del Comune di Cornaredo e della Pro Loco cittadina. Così il primo albero del “Bosco dei Poeti” a svettare nell’area è il “Fraxinus Excelsior – Frassino maggiore” (che ora ha dieci anni di vita). Brusasca, ovviamente, sarà presente domenica, 24 marzo, a partire dalle 16 insieme ad altri, come invita l’organizzazione dell’evento, che vorranno onorare la grande poetessa dei Navigli milanesi. Brusasca dedicherà la sua composizione “Ode dell’acqua” e reciterà anche una significativa poesia di Alda Merini “Ci sono betulle anche di notte”. L’invito è di intervenire numerosi domenica 24 marzo fin dalle 16 come richiamato dall’organizzazione dell’evento, nell’area della Cascina Favaglie San Rocco –  Ghiacciaia  Museo Contadino per vivere belle e sincere emozioni  e ricaricarsi di energie positive e di civiltà.
La composizione poetico-lirica (Lyric Poe try) “Ode all’acqua”, dedicata dal poeta Gianfranco Brusasca ad Alda Merini, è stata insignita in Melbourne – Australia (Federazione di Stati) del prestigioso “Premio Letterario Internazionale ALIAS 2009 ” con il patrocinio, la tutela e il sostegno del Consolato Generale d¹Italia a Melbourne, dell’Istituto italiano di cultura di Melbourne, della Camera di commercio e industria italiana di Melbourne, della Victorian Multicultural Commission e del Moonee Valley City Council (Moonee Ponds) “Melbourne”,  Stato di Victoria (Australia).

La poesia di Alda Merini
Recitata da Gianfranco Brusasca
Ci sono betulle
anche di notte
Tu non sai
ci sono betulle
anche di notte,
levano le loro radici e tu
non crederesti mai
che di notte gli alberi camminano
o diventano sogni.
Pensa che in un albero
c’è un violino d’amore.
Pensa che un albero canta
e ride.
Pensa che un albero
sta in un crepaccio e poi
diventa vita.
Te l’ho già detto:
i poeti non si redimono,
vanno lasciati volare
tra gli alberi
come usignoli

pronti a morire.

Lascia un commento