Latest News
Latest News
L’altra notte la polizia locale durante un servizio di prevenzione e contrasto di fenomeni legati alla prostituzione ha notato in via dei Fontanili un uomo, che stava trascinando “a forza” fuori da un autoveicolo una donna di colore, che immediatamente si accasciava al suolo. Gli agenti hanno subito fermato l’uomo. Dagli accertamenti esperiti sul posto e successive indagini al comando Savarino, si è potuto accertare che il fermato, nazionalità albanese classe 1992, irregolare in Italia e senza fissa dimora, aveva pattuito con la giovane di nazionalità Nigeriana, anch’essa immigrata clandestina, una prestazione sessuale per pochi euro, poi consumata di fatto con violenza e percosse all’interno di un boschetto nelle vicinanze della strada, impedendo tra l’altro alla donna di chiedere aiuto trattenendola con forza.
Le indagini mediche sono state condotte in una struttura sanitaria specializzata e dalla perizia medico legale si è evidenziato effettive lesioni interne subite dalla ragazza, che è risultata tra l’altro minorenne di anni 17. Su disposizione della Procura della Repubblica di Milano, il cittadino albanese è stato tratto in arresto e associato nel Carcere di San Vittore; il veicolo marca Ford condotto dallo stesso è stato sequestrato ed è risultato far parte di uno “stock” di 85 autovetture intestate ad un prestanome pluripregiudicato residente a Corsico. La ragazza è stata invece ricoverata in ospedale. “Questo arresto -chiosa l’assessora alla polizia locale, sicurezza e protezione civile Maria Rita Vergani– si aggiunge agli altri due arresti per spaccio di sostanze stupefacenti effettuati dalla nostra polizia locale insieme al commissariato di pubblica sicurezza sempre nella zona di via dei Fontanili. Continuano infatti i servizi di presidio per prevenire i fenomeni legati alla prostituzione e allo spaccio di stupefacenti. Ringrazio la polizia locale per l’intervento che dimostra quanto sia utile e necessario il lavoro che stanno svolgendo, di presidio del territorio, in alcune zone critiche della città”.

Related Post

Lascia un commento