Latest News
Latest News
Marco Gibillini
Egidio Stellardi

L’istituzione della terza classe dell’asilo nido vale una tempesta (apparente) in un bicchier d’acqua. Sennò, come altrimenti chiamare  il dissenso sul tema degli assessori Marco Gibillini ed Egidio Stellardi della lista civico Io amo Bareggio? I due assessori hanno lasciato la riunione di giunta in segno di protesta in quanto non condividevano la scelta della giunta di istituire la nuova sezione. Un gesto senza nessuna conseguenza pratica ed effetti sulla tenuta della giunta, come poi si è affrettato a dichiarare alla stampa il presidente della lista Gianfranco Colombo. Ma che nella circostanza è servito per dare un segnale non tanto agli elettori della lista civica che sono sicuramente variegati, bensì a quei gruppi e ambienti che sostengono la lista e sono interessati alla diffusione degli asili privati e a un’educazione meno laica. Del resto i due assessori in questione non sono nuovi a queste sortite, poichè già in occasione della modifica dell’oganizzazione dei parcheggi attorno a parco Arcadia non hanno partecipato al voto. Dissensi dunque per marcare i confini del proprio territorio, rivendicare l’autonomia politica e dimostrare che non sono proni al Partito democratico, che ha la golden share della maggioranza, ma non certo per minare la stabilità della coalizione. Ma è una strategia produttiva? Qual è la logica politica?

Lascia un commento