Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

Il Comune è riuscito finalmente ad avere la meglio in una controversia. Non è un merito dell’attuale amministrazione, essendo il procedimento in questione avviato precedentemente, ma è l’ente, oggi, a beneficiare. In concreto la sezione giurisdizionale della Corte dei Conti per la Lombardia ha comunicato in municipio la condanna della società Duomo Gpa Srl in fallimento (riscuoteva i tributi per conto dell’ente), C.D.F., B.M.N., C.D.F.F. ai fini dell’avvio della procedura esecutiva. La sentenza ha disposto che Duomo Gpa Srl in fallimento, C.D.F., B.M.N., C.D.F.F. risarciscano in via solidale il Comune per un importo di 169.880,37 euro, con l’aggiunta della rivalutazione monetaria dalla data dell’omesso riversamento al deposito della sentenza, nonché degli interessi legali sulla somma rivalutata. Non solo. La sentenza ha posto a carico delle controparti in via solidale le spese di giudizio che liquida in 1.218,30 euro.

Siccome il Comune è il maggiore creditore ha la precedenza nella riscossione. Da qui ora l’autorizzazione al sindaco di costituirsi nelle forme di legge nella procedura di riscossione del credito, con facoltà di inoltrare richieste, citazioni, riscorsi e quant’altro ritenuto necessario alla tutela del Comune. Non solo. A individuare in Paolo Eligio Meda, a capo dell’Area I – Affari generali ed economico finanziaria, responsabile del procedimento nella cura dell’esecuzione del dispositivo di cui alla sentenza n. 79/2022.

Lascia un commento