Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

La nuova amministrazione comunale pensava probabilmente a una legislatura che scorresse tranquilla come il placido Don e nessuna eventuale carenza diventasse di interesse pubblico. Sarebbe stato bello, invece si è ritrovata alle prese con persistenti sollecitazioni a rimediare a questa o a quell’altra criticità. E già, perché il consigliere Alfredo Celeste non perde occasione per denunciare ritardi e inadempienze. Una pungente e fastidiosa spina al fianco dell’amministrazione Re. Stavolta ha presentato un’interrogazione per chiedere conto sul mancato taglio dell’erba che in alcune aree è così svettante da causare pericolo alla circolazione, oltre che disvelare incuria. “Oltre le numerose segnalazioni dei cittadini -sottolinea Celeste-, e lo constatiamo anche con i nostri occhi, oltre che paesaggi quasi forestali vediamo anche situazioni potenziali di pericolo, soprattutto alle rotonde per la mancanza di visibilità laterali e non desiderate scene di marciapiedi infestati da erbacce molto alte”.

Non è tutto. “Segnaliamo -aggiunge il consigliere-, nelle more del tempo per la discussione in consiglio, la situazione dellasilo nido di via Garibaldi, e i rami penduli, carichi di fogliame, e di via rimembranze e di piazza Repubblica che ‘accarezzano’ il volto dei pedoni. Perché il ritardo , rispetto alle prevedibili necessità, dellesecuzione dei lavori?”. La premessa per domandare “quale società si è aggiudicata la gara e se sono state valutate tutte le competenze professionali e lavorative? Qual è il crono-programma dei tagli e se sono previste delle priorità immediate, per esempio alla Roveda?”. E ancora se in municipio “si ritiene di stanziare unulteriore cifra, oltre a quella di 150.000 già impegnata, quale azione di un futuro quanto pronto e immediato ulteriore intervento? Come lufficio ambiente e territorio segue landamento di questi lavori?. 

Lascia un commento